Martedì, 16 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Sicurezza: Roberti, caso Cospito insegna a tenere sempre guardia alta

L'assessore ha partecipato alla cerimonia per la Giornata in memoria delle vittime del terrorismo interno Trieste, 9 mag - "Come abbiamo visto di recente con il caso Cospito, la guardia sul terrorismo non va mai abbassata, perché basta poco che la contestazione di un piccolo gruppo eversivo sfoci in una deriva violenta e pericolosa per la sicurezza dei cittadini". Lo ha detto oggi a Trieste l'assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti che, assieme ad altre autorità cittadine - tra cui il vicesindaco Serena Tonel, il questore Pietro Ostuni e il prefetto Pietro Signoriello - ha partecipato alla cerimonia in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime del terrorismo interno. Come ha spiegato l'esponente della Giunta regionale, quella di oggi "è una giornata importante, che ci riporta al periodo più buio della storia della Repubblica, culminato con il rapimento e l'assassinio di Aldo Moro nel 1978. Da qui - ha aggiunto - la necessità di ricordare i rischi che uno stato democratico deve affrontare per difendere la libertà a fronte di chi, per portare avanti una propria ideologia, sceglie la strada della sopraffazione e della violenza". "E' grazie agli anticorpi di quegli anni - ha concluso Roberti - che l'Italia nel periodo successivo è riuscita a consolidare una cultura di rigetto verso qualsiasi forma di terrorismo, attraverso anche l'azione di prevenzione e di intelligence delle nostre forze dell'ordine". ARC/GG/al

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: Roberti, caso Cospito insegna a tenere sempre guardia alta
TriestePrima è in caricamento