SICUREZZA STRADALE: SANTORO, MENO INCIDENTI E PIÙ MOBILITÀ LENTA

Trieste, 19 feb - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore regionale alle Infrastrutture e al Territorio Mariagrazia Santoro, ha deliberato il Programma 2016 delle Azioni per incentivare la Sicurezza stradale, per un importo complessivo di 3.717.818,00 euro.

"Abbiamo voluto mantenere aperto il canale contributivo per le azioni messe in essere direttamente dai Comuni - spiega Santoro - dando priorità ai punti critici della viabilità principale nei centri urbani".

Tra gli obiettivi primari viene inserita anche la sperimentazione di progetti di mobilità lenta casa-lavoro che per Santoro "sono una vera sfida culturale, poiché possono imprimere modelli nuovi di abitudine nell'utilizzo della bicicletta non solo per scopi turistico-escursionistici, ma negli spostamenti quotidiani".

Per perseguire i suoi due obiettivi principali, il Programma prevede uno stanziamento di 2 milioni di euro a copertura di un bando rivolto ai Comuni per la messa in sicurezza dei punti critici con riferimento agli attraversamenti delle strade provinciali, regionali e statali entro i centri abitati e alla messa in sicurezza delle utenze deboli, sulla base dei dati d'incidentalità di MITRIS, il sistema integrato di monitoraggio del rischio da incidente stradale che mappa il territorio del Friuli Venezia Giulia.

Viene inoltre finanziato con 100.000,00 euro il Progetto pilota che coinvolge il Comune di Premariacco quale capofila del raggruppamento che comprende anche Moimacco e Buttrio, per la redazione di un programma per il trasferimento degli spostamenti casa-lavoro.

Il Programma destina 1.610.818,00 euro alla realizzazione del Catasto delle Strade da parte del servizio Lavori pubblici, Infrastrutture di trasporto e comunicazione della Regione, mediante procedura di gara d'appalto sulla base del capitolato tecnico già redatto da Insiel S.p.A. in collaborazione con FVG Strade S.p.A. Ulteriori 7.000,00 euro sono stanziati per l'organizzazione di incontri di formazione per i tecnici delle Amministrazioni locali.

"Con questa Azione - sottolinea Santoro - vogliamo fornire alle Amministrazioni comunali chiamate a ideare i progetti, gli strumenti adeguati ad affrontare le problematiche della mobilità in termini di sostenibilità dando loro esempi di soluzioni tecniche già sperimentate positivamente, per incentivare così la diffusione delle best practice".

Il Programma intende inoltre promuovere, sulla scorta di quanto illustrato con le Prefetture regionali, l'estensione alle strade regionali dell'intero territorio dell'Accordo rimodulato tra FVG Strade e il Compartimento di Polizia stradale del FVG, per i controlli stradali.

Tutto il Programma integra e prosegue il piano 2015 incentrato sul Bando per la realizzazione di Zone 30 (con nove progetti finanziati per 11 Comuni coinvolti), e che vedrà un ulteriore scorrimento della graduatoria non appena si renderanno disponibili ulteriori risorse.

ARC/EP/com



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento