SICUREZZA STRADE: SANTORO, PROGRAMMAZIONE E RISORSE PER MOBILITÀ NUOVA

Udine, 18 feb - Una maggiore programmazione e un costante investimento di risorse nella sicurezza stradale, con l'obiettivo di eliminare tutti i punti critici con maggior incidentalità e potenziare la mobilità lenta.

È l'impegno che l'assessore regionale alle Infrastrutture e al Territorio del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro ha condiviso con i rappresentanti della Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB), di Legambiente e dell'Unione Italiana Sport Per tutti (UISP), definendo alcune priorità per lo sviluppo di una mobilità nuova, maggiormente orientata all'utilizzo della bicicletta, all'intermodalità con il Trasporto Pubblico Locale (TPL) e al potenziamento della sicurezza ciclo-pedonale urbana.

Come spiega Santoro, la Regione intende "promuovere un aggiornamento della normativa regionale sulla Sicurezza stradale affinché percepisca nuovi principi sulla mobilità sostenibile", continuando nel frattempo a investire risorse per completare i progetti inseriti nella graduatoria del Bando per la realizzazione di Zone 30 nei centri abitati (finora sono stati finanziati nove Progetti che interessano 11 comuni per un contributo complessivo di 1,1 milioni di euro).

"Con il prossimo bando metteremo sul piatto 2 milioni di euro - conferma Santoro - con l'obiettivo principale di intervenire sui punti della viabilità che presentano la maggiore incidentalità stradale".

A fare da bussola nell'individuazione delle aree di intervento sarà MITRIS, il sistema integrato di monitoraggio del rischio da incidente stradale, che consente l'individuazione dei punti critici della rete stradale e il rilevamento delle cause comportamentali più frequenti connesse agli incidenti e dei costi sanitari e sociali. I dati del monitoraggio hanno messo in evidenza che l'81% degli incidenti più gravi avviene in ambito urbano. Da qui la necessità di impegnare la maggior parte delle risorse disponibili nella tutela della cosiddetta utenza debole, vale a dire pedoni e ciclisti.

Federico Zadnich, coordinatore regionale FIAB, Andrea Wehrenfennig, responsabile Infrastrutture di Legambiente regionale ed Elena Debetto della UISP sottolineano inoltre la necessità di intervenire in particolare sulla sicurezza ciclo-pedonale degli assi di scorrimento veloce nei tessuti urbani più densi, con isole di attraversamento pedonale, restringimenti di carreggiata o nuove piste ciclabili. Aspetti che potranno essere potenziati, secondo Santoro "incidendo anche sulla cultura dei progettisti, promuovendo la formazione dei tecnici comunali, ma anche quella degli utenti, favorendo l'integrazione tra TPL e bicicletta o i percorsi ciclabili casa-lavoro".

Obiettivi che, come ricorda ancora Santoro, sono stati perseguiti rifinanziando il servizio MI.CO.TRA. (Miglioramento dei Collegamenti Transfrontalieri di trasporto pubblico) interamente con fondi regionali e lanciando il progetto pilota per gli spostamenti casa-lavoro nel comune di Premariacco, in collaborazione con alcune delle più grandi aziende dell'area, tra cui la Danieli.

Tra i nuovi atti di programmazione regionale che imprimeranno un sostegno e una maggiore attenzione ai temi della Sicurezza stradale, l'assessore Santoro evidenzia l'inserimento nel Piano Paesaggistico Regionale (PPR) di una specifica Rete della Mmobilità lenta, che comprende un catasto  delle piste ciclabili regionali.

"Anche su questo fronte - conferma Santoro - ci siamo impegnati a fornire spazi finanziari straordinari alla Provincia di Gorizia per il completamento delle proprie piste ciclabili di rilevanza regionale e stiamo monitorando la Provincia di Udine affinché acceleri il completamento del tratto Moggio-Venzone lungo la Ciclovia Alpe Adria Radweg (CAAR)".

ARC/EP/com



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Covid: Fedriga firma ordinanza, arancione Go e Ud e Dad in tutto Fvg

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

Torna su
TriestePrima è in caricamento