Martedì, 16 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Smart cities: Rosolen, a Ts prosegue progetto pilota Learning Cities



Trieste, 15 feb - Sviluppo scientifico, tutela dell'ambiente, pari opportunità, empowerment dei cittadini, educazione ed editoria: questi i principali temi dei progetti vincitori del bando per l'attivazione della sperimentazione Learning City nel Comune di Trieste promosso dall'Università della LiberEtà di Udine e finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

Un importo complessivo di 50mila euro con il quale sono state finanziate cinque proposte presentate da organizzazioni del terzo settore, da enti di ricerca e associazioni culturali per la promozione dell'educazione lungo tutto l'arco della vita e per il consolidamento di reti di apprendimento permanente. I progetti dovranno essere realizzati all'interno del Comune di Trieste entro maggio 2022.

Il progetto Learning Cities è un'iniziativa che nasce nell'ambito di una collaborazione internazionale tra l'Amministrazione regionale, l'Università della LiberEtà di Udine e il comune israeliano di Modi'in il cui modello di "città che apprende" rappresenta un'eccellenza nella rete globale delle Learning cities, un network istituito dall'Unesco di oltre 200 città in 51 Paesi del mondo che condividono l'idea che imparare lungo tutto l'arco della vita sia un fattore di sostenibilità sociale, economica e ambientale.

"Il progetto regionale, avviato tre anni fa, ha promosso l'ingresso di Trieste nel circuito mondiale delle Città dell'Apprendimento. Ottenuto il riconoscimento Unesco - ha spiegato l'assessore regionale a Formazione università e ricerca Alessia Rosolen - abbiamo dato il via alla costruzione di un percorso di interventi per la formazione continua che ha già coinvolto a più riprese il sistema regionale della scuola, delle università, delle imprese, del non profit e che si è aperto a tutto il territorio coinvolgendo non sola la città capoluogo, ma anche Pordenone, Udine e Gorizia".

"Attraverso questo bando - ha chiarito Rosolen -, vogliamo promuovere eventi e azioni che portino non solo il mondo dell'educazione, ma l'intera società a ripensare le città e a riflettere sul significato che il concetto di 'luogo che apprende' assume nella pratica. Si tratta di un ulteriore passo in avanti verso la definizione di una proposta complessa dei luoghi formativi del nostro territorio e lo sviluppo di nuove alleanze fra i settori del sapere e del fare".

L'assessore ha proseguito affermando che "nelle città contemporanee lo sviluppo del capitale umano è un volano di crescita. I cambiamenti sempre più intensi e veloci della nostra epoca ci impongono di mettere in campo nuove strategie. Per questo abbiamo bisogno dell'efficienza della smart city ma anche della conoscenza della learning city: rendere le città sempre più intelligenti è importante - ha detto l'esponente della Giunta - ma bisogna anche fare in modo che i cittadini continuino a mantenersi al passo con le conoscenze più recenti per fronteggiare le crisi e per rispondere agli impulsi del mercato".

Il vicesindaco di Trieste Serena Tonel ha confermato come grazie alla Regione, che ha promosso e sostenuto l'ingresso di Trieste nel network internazionale delle Learning Cities Unesco avvenuto a novembre 2020, il progetto proseguirà con alcune attività volte a favorire il coinvolgimento dei cittadini. Nello specifico, consolidando il significato di Trieste come Learning Cities, si stimolano la conoscenza e la propensione alle iniziative imprenditoriali, sostenendo una visione strategica dello sviluppo economico del territorio e favorendo il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di enti e realtà sociali.

A dare il via agli eventi e alle iniziative finanziate dal bando, il progetto CoScienze dell'associazione E361: un'iniziativa che ha l'obiettivo di valorizzare Trieste nella sua dimensione di 'città della scienza' e di paradigma di riferimento come modello del dialogo nel rapporto scienza e fede. Il primo incontro, dal titolo "L'universo come culla della vita" si svolgerà giovedì 17 febbraio, alle 18.30, all'Urban Center di Trieste.

Gli altri progetti in graduatoria sono: Comunità Solidali di Arci Servizio Civile Fvg; le donne nella città della conoscenza della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati; Crea: TS della Federazione delle Cooperative e Mutue di Trieste; il libro e le professioni in campo editoriale dell'associazione Triestebookfest. ARC/COM/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smart cities: Rosolen, a Ts prosegue progetto pilota Learning Cities
TriestePrima è in caricamento