Spettacolo: Gibelli-Zannier, "Palchi nei Parchi" apre nuovo capitolo

Trieste, 3 lug - "Il progetto "Palchi nei Parchi" inaugura un nuovo capitolo culturale, componendo due esigenze differenti ma molto avvertite nel nostro territorio: la promozione degli spettacoli dal vivo in chiave ecocompatibile e la conoscenza dell'ambito e della filiera forestale".

Lo hanno affermato gli assessori regionali alla Cultura Tiziana Gibelli e alle Risorse forestali Stafano Zannier, commentando la presa d'atto odierna della Giunta, che ha dato mandato alla direzione regionale Cultura e Sport di organizzare l'iniziativa in collaborazione con la direzione centrale Risorse agroalimentari, forestali e ittiche e alla montagna, d'intesa con PromoturismoFVG.

"Palchi nei Parchi" vedrà l'allestimento di otto eventi, quattro di musica e quattro di teatro, che si svolgeranno con cadenza regolare, presumibilmente di venerdì, a partire dalle ore 17.30/18.00, da fine luglio e fino a settembre e che si terranno al Bosco Romagno a Cividale del Friuli e nel Parco Rizzani a Pagnacco. Gli artisti saranno individuati fra i beneficiari dell'aiuto regionale, che così avranno la possibilità di esibirsi all'aperto, portando gli spettacoli già pronti e adattati a modalità diverse da quelle inizialmente previste, più in sintonia con il parco e la natura circostanti. L'ingresso sarà gratuito; il pubblico dovrà prenotare la partecipazione via mail con nominativi che verranno conservati ai fini della tracciabilità.

"Il progetto, che è alla sua prima edizione ma che punta ad avere lunga vita - ha affermato Gibelli -, darà spazio nell'immediato agli artisti della musica e del teatro che ora hanno grandi difficoltà ad esibirsi in ambienti chiusi come i teatri". "Palchi nei Parchi", fusione originale di natura e cultura - ha osservato Zannier -, rappresenta uno strumento originale per sensibilizzare un pubblico nuovo sugli aspetti più salienti della gestione forestale sostenibile e del valore del legno, a beneficio dell'intero sistema regionale".

Il progetto prevede la realizzazione entro la prima decade di luglio di due palchi (di dimensioni 7,5 metri per 5,5 metri) a cura dei professionisti della Falegnameria regionale di Fusine, con legno di abete rosso proveniente dalle foreste di proprietà regionale e certificate Pefc. Il pubblico, non più di 100 persone per evento, entrerà da un unico ingresso presidiato e si accomoderà per terra avanti ai palchi, all'interno di cerchi appositamente disegnati sull'erba con colori ecologici: in questo modo si potranno assicurare il distanziamento sociale e la tracciabilità dei partecipanti.

Ogni spettacolo sarà anticipato da una breve presentazione di almeno un rappresentante del Corpo Forestale Regionale che, nell'illustrare al pubblico il luogo che ospita l'evento, parlerà anche della gestione forestale sostenibile, della multifunzionalità delle foreste, del legno e della sua filiera. ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, ulteriore impulso a opere nel Tarvisiano

  • Digitalizzazione: Callari, ridurre svantaggio ancora esistente

Torna su
TriestePrima è in caricamento