Sport: pista di fondo Val Saisera strumento valorizzazione turismo Fvg

Tarvisio, 7 feb - La montagna del Friuli Venezia Giulia è ricca di luoghi di grande bellezza che per essere proposti al grande pubblico, e di conseguenza valorizzati dal punto di vista turistico, necessitano di infrastrutture sportive e ricettive di alto livello. È questo il concetto espresso dal governatore del Friuli Venezia Giulia all'inaugurazione del Centro sci fondo 'Piero Di Lenardo' Val Saisera-Valbruna, avvenuta questa mattina a Malborghetto.

Grazie al supporto della Regione, che attraverso la concertazione con gli enti locali ha destinato all'Uti Canal del Ferro-Val Canale 90mila euro (10mila per il 2020 e 80 mila per il 2021), l'impianto di innevamento artificiale della pista di fondo è stato potenziato e ora potrà garantire l'utilizzo della struttura indipendentemente dalle precipitazioni nevose.

Nell'occasione è stata evidenziata l'importanza della collaborazione tra istituzioni a supporto dei territori ed è stata confermata la volontà della Regione di sostenere gli investimenti nell'area montana per ampliare l'offerta turistica e generare ricadute positive per il Friuli Venezia Giulia.

La Regione ha già stanziato 20 milioni di euro per il turismo e sono stati attuati provvedimenti a favore di chi vive e lavora nelle zone montane: il territorio montano è infatti considerato fondamentale dall'amministrazione regionale, la quale punta a effettuare ulteriori investimenti sul monte Lussari, al fine di ampliare le piste di sci a disposizione di atleti e turisti e favorire l'economia del tarvisiano.

Dopo il taglio del nastro della pista di fondo, il governatore ha raggiunto l'arena Gabriella Paruzzi di Tarvisio, dove si stanno svolgendo le gare della Coppa Europa di sci di fondo, organizzate dallo Sci club Panorama, alle quali prendono parte oltre 300 sportivi provenienti da 13 Paesi.

Elogiando il lavoro svolto dagli organizzatori dell'evento, complimentandosi con gli atleti e sottolineando la centralità delle manifestazioni sportive di alto profilo per la promozione turistica dell'area, il governatore ha quindi auspicato che anche il Friuli Venezia Giulia possa essere protagonista delle Olimpiadi invernali 2026. ARC/MA/ep
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Coronavirus: Scoccimarro, tessere agevolata online o su appuntamento

  • Coronavirus: Callari, dopo le scuole serve digitalizzare le imprese

Torna su
TriestePrima è in caricamento