Venerdì, 17 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Sport: Riccardi, atleti paralimpici campioni anche nella vita

Gibelli: sono incarnazione mito di Ulisse. Premi Cip a Pordenone Pordenone, 24 lug - "Campioni nella vita e non solo nello sport, che incarnano a tutto tondo il mito di Ulisse. In bocca al lupo a Giorgia Marchi e a tutti gli atleti paralimpici della nostra regione che parteciperanno alla competizione a cinque cerchi di Tokyo". Così si sono espressi oggi a Pordenone il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi e l'assessore allo Sport Tiziana Gibelli nel corso della cerimonia di consegna delle benemerenze agli sportivi e dirigenti appartenenti al Comitato italiano Paralimpico per le annate 2018, 2019 e 2020. Alla presenza del presidente del Cip Giovanni De Piero, dell'assessore comunale allo Sport Walter De Bortoli e del delegato del Coni Mauro Chiarot, il vicegovernatore ha ricordato il valore di questi campioni della vita e dello sport, evidenziando inoltre il percorso che la regione sta compiendo per modificare la legge regionale sulla disabilità. "Vogliamo garantire grande attenzione a questo mondo - ha detto Riccardi - in quanto lo sport è uno degli strumenti più validi di inclusione e per il superamento delle barriere che ancora esistono. Inoltre la Regione ha una grande sensibilità per questa materia: a breve presenteremo il nuovo portale della disabilità alla presenza del ministro Erika Stefani mentre entro fine legislatura vorremo portare a compimento la modifica alla legge sulla disabilità. Per questo secondo obiettivo - ha specificato il vicegovernatore - conto molto sull'apporto che associazioni come il Cip possono fornire al legislatore regionale e con le quali apportare quei correttivi per rispondere in modo efficace ai nuovi bisogni e alle esigenze reali del mondo della disabilità". "Da queste persone e da questi atleti presenti anche qui in sala - ha concluso Riccardi - tutto noi dobbiamo prendere esempio poiché siete non solo campioni dello sport ma anche della vita". Il vicegovernatore ha poi portato il proprio "in bocca al lupo" alla nuotatrice Giorgia Marchi presente in sala e premiata con le benemerenze, una delle cinque atlete regionali che farà parte della delegazione italiana in partenza per le paralimpiadi di Tokio. Dal canto suo l'assessore regionale allo Sport ha voluto compiere un parallelismo tra i premiati ed il mito di Ulisse per evidenziare le caratteristiche appartenenti agli atleti del Cip. "Questi ultimi - ha detto Gibelli - sono l'incarnazione della volontà di superare i propri limiti, puntando sempre più in alto l'asticella che la vita ha posto davanti a loro. Credo che l'impegno e il sacrificio che giornalmente compiono rappresenti per tutti una grande lezione di vita". Ricordando infine l'avvio della competizione a cinque cerchi cui faranno seguito le paraolimpiadi, Gibelli ha assicurato che "al rientro dei nostri portacolori del Friuli Venezia Giulia, insieme a loro faremo una grande festa a prescindere dal risultato". Questo l'elenco degli atleti che hanno ricevuto il riconoscimento: Caludio Comino (medaglia d'oro 2018); Giorgia Marchi (medaglia di bronzo 2018 e 2019); Paolo Bortolin (medaglia di bronzo 2018); Luca Campeotto (medaglia di bronzo 2019); Donatella Lovisato (stella d'oro dirigenti Cip 2018); Fabio coretti (stella d'oro dirigenti 2020); Fortuna Poggi (stella di bronzo dirigenti Cip 2020); Anshaf Trieste (stella d'argento società 2018); Lega navale italiana sezione di Trieste (stella al bronzo società 2020); Franco Popaiz (palma di bronzo Cip 2020). ARC/AL


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sport: Riccardi, atleti paralimpici campioni anche nella vita

TriestePrima è in caricamento