SUAP IN RETE: LA SICUREZZA ANTINCENDIO VIAGGIA IN DIGITALE

Udine, 9 maggio - La gestione dei procedimenti di prevenzione incendi per l'insediamento, avvio e svolgimento di attività produttive e di servizi deve essere attuata obbligatoriamente in via telematica così come previsto anche dal recente Accordo per la gestione del procedimento di prevenzione incendi da parte dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), sottoscritto lo scorso 6 aprile tra Regione Friuli Venezia Giulia e Direzione regionale dei Vigili del Fuoco.

A darne conto sono stati i relatori intervenuti al seminario su La sicurezza antincendio viaggia in digitale organizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con la Direzione regionale dei Vigili del Fuoco e tenutosi oggi nell'Auditorium regionale Antonio Comelli, a Udine.

Ad assicurare lo svolgimento informatizzato è il portale regionale SUAP in rete, nato ad agosto 2013, a cui aderiscono 135 Comuni, coprendo il 62% del territorio.

Una parte significativa del seminario ha riguardato l'illustrazione del recente Protocollo che identifica lo Sportello come punto unico di accesso per istanze, comunicazioni, segnalazioni, elaborati tecnici in materia di prevenzione incendi riferite ad attività produttive di competenza dei SUAP e punto di dialogo con il richiedente; la telematica come unico mezzo di trasmissione ammesso; il rispetto dell'iter procedurale e della tempistica fissati nell'Accordo e la residualità della trasmissione cartacea.

Destinatari del documento sono i comandi provinciali che fanno capo alla Direzione regionale dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile per il FVG e i 135 Comuni che aderiscono al portale SUAP in rete. Anche i restanti 81 Comuni ancora non aderenti, come è stato spiegato, possono fare proprio l'Accordo concertandolo direttamente con il comando provinciale territorialmente competente. Nel Protocollo, fra i punti evidenziati, anche l'irricevibilità di quelle istanze che vengano inviate direttamente al comando e che, invece, devono essere trasmesse unicamente tramite il portale con procedura telematica.

Il SUAP telematico rientra fra le azioni dell'Agenda per la semplificazione 2015-2017 e si inserisce all'interno dei progetti strategici dell'Agenda Digitale regionale. L'assessore regionale ai Sistemi informativi Paolo Panontin, intervenuto all'incontro, ha evidenziato l'importanza dell'Accordo che si inserisce nell'obbligatorio lavoro di semplificazione e digitalizzazione dei processi.

Secondo l'assessore la sinergia fra Regione, con i Comuni aderenti al sistema SUAP, e i Vigili del Fuoco permette di aggiungere un nuovo tassello alla semplificazione affinché i cittadini, gli operatori economici e i professionisti abbiano interlocuzioni più veloci e semplici con l'Ente pubblico.

L'iter si inserisce nella logica delle riforme che si stanno portando avanti e che riguardano una strutturazione degli Enti locali volta a garantire operazioni di back office; orientati ad andare verso lo sportello di terza generazione ovvero riuscire ad avere un'interlocuzione a 360 gradi con gli sportelli ubicati sul territorio e garantiti ovunque, ma in grado di semplificare i rapporti con i cittadini-utenti, lasciando, a livello di specializzazione, l'interlocuzione con il back office.

Fra gli altri relatori intervenuti Eros Mannino, comandante dei Vigili del Fuoco di Trieste, che ha rappresentato le resistenze al cambiamento e le difficoltà a superare la modalità cartacea in favore della via telematica, sottolineando la necessità di andare verso la dematerializzazione.

A riassumere, invece, le procedure semplificate di prevenzione incendi, introdotte dal Decreto del Presidente della Repubblica n. 151/2011 è stato Doriano Minisini comandante dei Vigili del Fuoco di Pordenone.

Antonella Manca, vicepresidente del Gruppo tecnico regionale SUAP e coordinatore regionale nell'ambito dell'Agenda per la semplificazione 2015-2017 ha introdotto il seminario evidenziando come l'Accordo rappresenta un protocollo che si pone all'avanguardia, rispetto al panorama nazionale, per cercare di accelerare le procedure di erogazione di servizi alle imprese e ai cittadini dove il ruolo della telematica è rilevante in un ottica di snellimento delle procedure.

ARC/LP/EP
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

  • Turismo: Fedriga, da Regioni criteri riparto 700 mln a Comuni aree sci

Torna su
TriestePrima è in caricamento