Sabato, 16 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

SVILUPPO RURALE: PROROGATO TERMINE DOMANDE PER 3 MISURE DEL PROGRAMMA

Trieste, 17 settembre - Con tre decreti - di cui è stata già richiesta la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale Regionele (BUR) - è stato spostato il termine per la presentazione delle domande di aiuto relative a tre distinte misure del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia. Per tutte tre, la motivazione è da ricercare nelle difficoltà di comunicazione con il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN), passaggio obbligato per tutte le procedure che prevedono di prelevare i dati aziendali dal fascicolo che per ogni impresa agricola è presente nella banca dati dello stesso sistema informativo SIAN.

In dettaglio, è stata prorogato al 31 ottobre (avrebbe dovuto scadere tra pochi giorni, il 19 settembre) il termine per la presentazione delle domande di accesso al PSR 2014-2020 della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia mediante il Pacchetto Giovani, una delle misure più innovative del PSR 2014-2020, finalizzato a favorire il ricambio generazionale nel settore agricolo.

Il Pacchetto prevede l'attivazione - con un'unica domanda - di più Misure che mettono a disposizione del giovane agricoltore, che si insedia per la prima volta, un premio per:
- l'avviamento dell'attività agricola;
- un aiuto sotto forma di finanziamento a fondo perduto per investimenti finalizzati all'ammodernamento delle strutture e dotazioni aziendali, alla diversificazione delle attività agricole e/o al risparmio idrico;
- l'erogazione di un servizio di formazione e/o di consulenza per l'acquisizione di nuove capacità imprenditoriali.

La novità dell'approccio integrato e l'altra, non meno importante, della previsione contenuta nel Regolamento del Pacchetto Giovani di corredare la domanda di un business plan  (anch'esso da compilarsi on line) sono state accolte positivamente dai potenziali beneficiari e dalle associazioni professionali, che hanno però segnalato le oggettive difficoltà incontrate nell'utilizzare gli strumenti informatici ancora in fase di definitiva messa a punto.

Difficoltà di natura informatica sono state lamentate dai beneficiari anche nella presentazione delle domande di aiuto alle operazioni di imboschimento con specie a rapido accrescimento (pioppicoltura) di cui alla Sottomisura 8.1 (Operazione 8.1.1) del PSR 2014-2020. Anche per questa Misura, il termine è stato prorogato al prossimo 31 ottobre.

Infine, problematiche connesse all'apposizione sulle domande della firma digitale hanno fatto ritenere opportuno prorogare al 26 settembre, con decreto del direttore generale dell'ERSA, il termine per la presentazione delle domande di sostegno per l'adesione ai regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari a valere sulla Misura 3, Sottomisura 3.1 del PSR 2014-2020.

"Ci rendiamo conto - ha sottolineato l'assessore regionale alle Risorse agricole e forestali Cristiano Shaurli - dell'impegno necessario per adeguarsi alle novità che abbiamo introdotto nel nuovo PSR. Cerchiamo di essere a fianco degli operatori che, da parte loro, hanno accolto positivamente le iniziative di formazione per la corretta compilazione del business plan  che abbiamo organizzato tra luglio e settembre. Da parte nostra, mentre portiamo avanti un programma di lavoro che prevede l'attivazione entro fine anno di tutte le Misure previste dal PSR 2014-2020, riteniamo un impegno ascoltare le richieste del partenariato e concedere le proroghe quando, come in questi casi, vi sono motivazioni più che legittime".

ARC/com



In Evidenza

Potrebbe interessarti

SVILUPPO RURALE: PROROGATO TERMINE DOMANDE PER 3 MISURE DEL PROGRAMMA

TriestePrima è in caricamento