rotate-mobile
Notizie dalla giunta

TARCENTO: STANZIATI 1,5 MILIONI DI EURO PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO, ATTESI 6 MILIONI ...

Trieste, 30 lug - L'Amministrazione regionale del Friuli Venezia Giulia, attraverso la direzione dell'Ambiente e la Protezione civile, considera una priorità la realizzazione di una serie di interventi per mitigare il rischio idrogeologico nel territorio comunale di Tarcento e per questo motivo, oltre ad aver già stanziato complessivamente oltre 1.500.000,00 di euro, ha richiesto alla speciale Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche della Presidenza del Consiglio dei Ministri un finanziamento straordinario di 6.000.000,00 di euro per il definitivo consolidamento dei movimenti franosi dell'area.

Lo rende noto l'assessore regionale alla Protezione civile Paolo Panontin in relazione alla situazione che è venuta a crearsi a Tarcento in particolare dopo le alluvioni del novembre dello scorso anno. Attualmente la Protezione civile ha in carico lavori per 665.000,00 euro, ultimati per 120.000,00 e cantierati per 245.000,00 euro. La prossima settimana partirà la gara d'appalto per interventi a Coja, per un importo di 300.000,00 euro. La presentazione delle offerte dovrà essere fatta nella settimana subito dopo Ferragosto.

Parallelamente la direzione centrale Ambiente della Regione ha trasferito al Comune di Tarcento la somma di 894.000,00 euro per intervenire nelle frazioni di Sedilis e Borgo Chiaron, in via Sottoriviera e in altre località. Dunque in questo caso i lavori competono allo stesso Comune, che si sta occupando della loro progettazione.

"A questi primi interventi, più urgenti, devono poi seguirne altri ben più consistenti per porre fine agli annosi problemi di Tarcento che è certamente uno dei territori più delicati e fragili della nostra regione, e quindi per mettere in sicurezza case e abitanti", spiega Panontin.

Per questo la presidente della Regione Debora Serracchiani, nella veste di commissario straordinario per la mitigazione del rischio idrogeologico, ha chiesto alla Struttura di missione 4.000.000,00 di euro per il consolidamento dei movimenti franosi che interessano i versanti compresi tra le strade comunali: via del Castello, via Riviera di Ponente (in località Coja) e via Sottoriviera, e altri 2.000.000,00 di euro per il consolidamento dei movimenti franosi che interessano l'abitato di Sedilis e la strada per raggiunge questa frazione.

Proprio in questi giorni i responsabili della Struttura stanno predisponendo il decreto per definire i criteri con i quali poter stabilire gli interventi da finanziare tra quelli richiesti dalle diverse Regioni italiane.

ARC/PPD



In Evidenza

Potrebbe interessarti

TARCENTO: STANZIATI 1,5 MILIONI DI EURO PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO, ATTESI 6 MILIONI ...

TriestePrima è in caricamento