Notizie dalla giunta

Territorio: Amirante, su Pgt è fondamentale il confronto

Giunta Fvg approva schema accordo quadro con UniUd

Udine, 4 lug - "In questa fase è cruciale il confronto con tutti i portatori di interesse affinché il processo per addivenire al Piano del governo del territorio (Pgt) possa essere quanto più possibile condiviso con il territorio. Si tratta di un lavoro informativo iniziale molto lungo ma necessario per consentire un'ampia partecipazione. Abbiamo utilizzato questi mesi per individuare i soggetti competenti da incaricare per la fase di redazione del progetto e per le procedure di valutazione ambientale strategica da realizzare non sul progetto di variante ma assieme a questo, ovvero il nuovo Pgt. Lo schema di accordo con l'Università di Udine, licenziato oggi dalla Giunta, si inserisce in questo percorso che porterà, a settembre, l'avvio della fase di scrittura del Piano. Rispedisco al mittente le critiche di inerzia: stiamo continuando a lavorare per raggiungere un importante risultato condiviso da raccontare con i fatti".

A darne conto è stata l'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio, Cristina Amirante, dopo l'approvazione, nell'odierna seduta di Giunta, dello schema di accordo quadro da sottoscrivere con l'Università degli Studi di Udine per la consulenza scientifica, il supporto e l'alta formazione nel campo del governo del territorio. L'accordo, con durata triennale, potrà essere prorogato per un ulteriore triennio.

"Nella pianificazione territoriale - ha aggiunto Amirante -, la Regione necessita di garantire continuità alle attività di consulenza scientifica già oggetto di un precedente accordo con l'ateneo, attivando una nuova collaborazione per approfondire e sviluppare ulteriormente i temi d'interesse negli ambiti della pianificazione e governo del territorio".

E, in quest'ottica, l'Accordo quadro assume una rilevanza strategica ma Amirante precisa come "l'attività di pianificazione riguarda certamente gli atenei che hanno svolto un lavoro propedeutico di analisi su cui vi sono ulteriori approfondimenti da compiere ma in maniera più ampia richiede il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse in tutti i passaggi necessari per l'elaborazione del Piano di governo del territorio".

L'esponente della Giunta Fedriga ha ricordato la necessità di supportare il percorso di revisione del Piano del governo del territorio "che porterà all'approvazione della sua prima variante e quindi alla sua entrata in vigore superando il Piano urbanistico regionale generale (Purg) del 1978. Serve inoltre - ha aggiunto - una riforma urbanistica idonea a dare attuazione alla variante al Pgt a cui deve seguire un intervento di manutenzione normativa del Codice regionale dell'edilizia nella prospettiva di dotare la regione di un organico Testo unico del governo del territorio. Con riferimento all'ambito dei sistemi di informazione e comunicazione digitale si rende invece necessario sviluppare i data base e i servizi informativi connessi per la gestione dei dati territoriali e statistici che supportano le decisioni in materia di governo del territorio e di tutela del paesaggio".

"Gli interventi infrastrutturali strategici della Regione - ha precisato però Amirante - derivano da piani approvati non nel 1978 ma in tempi più recenti, sono dunque strumenti validi e vigenti ma la Giunta regionale è consapevole delle esigenze che insistono sul territorio e lavora per la loro risoluzione soprattutto in una fase in cui, a seguito della pandemia e delle crisi energetiche ed economiche, è emersa la necessità di accrescere la caratteristica strutturale del Friuli Venezia Giulia quale crocevia logistico in un contesto in cui lo sviluppo dei traffici internazionali, in particolare verso l'Est, diventa sempre più strategico".

Nel dettaglio, l'Università fornirà alla Regione consulenza scientifica, competenze e metodologie, ricerca applicata, alta formazione a supporto delle attività di predisposizione della variante e successiva gestione del Pgt, dello sviluppo delle attività dell'Osservatorio dell'urbanistica e dell'edilizia e del sistema informativo territoriale. Analogamente, la Regione fornirà all'Università dati, informazioni e studi di cui ha la disponibilità e che sono d'interesse per gli ambiti e le finalità della collaborazione.

La collaborazione sarà attuata tramite la stipula di appositi accordi attuativi di tipo operativo. ARC/LP/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Territorio: Amirante, su Pgt è fondamentale il confronto
TriestePrima è in caricamento