TERRITORIO: DALLA GIUNTA OK A ADEGUAMENTO INVENTARIO PRATI STABILI

Trieste, 30 gen - Cambia l'Inventario dei Prati stabili del Friuli Venezia Giulia. Rispetto ai diversi aggiornamenti straordinari che si sono susseguiti negli anni scorsi, la novità è che stavolta la delibera della Giunta regionale non riguarda solo la revisione dell'elenco ma anche un adeguamento strutturale.

Il provvedimento presentato dall'assessore regionale alla Pianificazione territoriale Mariagrazia Santoro mette in evidenza 10.127 poligoni per un totale di 10.674 ettari di superficie a prato stabile.

"L'adeguamento, volto ad armonizzare e coordinare le disposizioni regionali vigenti in materia di Prati stabili e di Siti della Rete Natura 2000, non determina una riduzione delle tutele sui prati stabili ma riconosce, individuandoli cartograficamente, quali sono soggetti a tutela in base alla legge", spiega l'assessore Santoro.

L'attività di adeguamento e aggiornamento ha comportato il rilevamento sul campo di circa 4.500 prati stabili appositamente selezionati e la verifica d'ufficio di numerosi altri casi. Dalla delibera emerge, inoltre, che il servizio Tutela Paesaggio e Biodiversità della Regione curerà la tenuta e l'aggiornamento della banca dati per favorire l'impostazione di una Politica permanente di studio, conoscenza e salvaguardia dei Prati stabili naturali.

Lo stesso servizio della  Regione è inoltre incaricato di monitorare lo stato dell'arte per verificare l'efficacia dell'inventario quale strumento di salvaguardia delle aree da proteggere.

ARC/PV/PPD



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Cultura: Gibelli, con Legno Vivo nuovi percorsi formazione artigiani

Torna su
TriestePrima è in caricamento