rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Notizie dalla giunta

Territorio: inaugurato Centro Magredi a San Quirino

Porta d'accesso per conoscenza, fruizione e valorizzazione delle praterie San Quirino, 9 apr - Il Centro di documentazione e catalogazione dei Magredi potrà essere una delle porte di accesso per far conoscere le praterie, paesaggi unici da fruire attraverso una consapevolezza che ne permetta la loro conservazione ma anche il loro sviluppo dando avvio, ad esempio, a linee di produzioni locali derivanti proprio dagli ambiti dei Magredi. E' uno dei concetti espressi, oggi, dall'assessore regionale alle Risorse agroalimentari durante l'inaugurazione del Centro a San Quirino; una struttura molto attesa, aperta all'attività didattica, ricreativa e culturale e destinata a promuovere la conoscenza e l'archiviazione documentale dei Magredi, la loro valenza ambientale e turistica. Il Centro sarà aperto al pubblico già dal prossimo 12 aprile con un corso teorico e pratico per walking leader all'interno del progetto 'Fvg in movimento. 10mila passi di salute' e, a giugno, una mostra fotografica sugli esuli dalmati e istriani. I Magredi, paesaggio peculiare della nostra regione, offrono grande ricchezza botanica e faunistica e destano interesse per la comunità, le aziende agricole e il turismo slow, per questi e altri aspetti, come ha illustrato l'assessore del Friuli Venezia Giulia, sono oggetto di una serie di strategie che l'Amministrazione regionale sta portando avanti attraverso i progetti europei, non solo per la loro tutela ma per la loro valorizzazione e sviluppo. Uno dei progetti comunitari in essere, Life pollinAction, riguarda, ad esempio, la creazione di una filiera del latte dei prati per produrre una qualità di formaggi che dia un valore aggiunto al prodotto caseario. Per l'assessore regionale il bene ambientale ha un valore inestimabile ma va fruito in modo consapevole. Sono infatti consapevolezza e fruizione a permetterne la valorizzazione anche attraverso una produzione da ambiti magredini che offrono delle qualità ricercate sia dal punto di vista salutistico che ambientale. L'esponente della Giunta regionale ha poi espresso soddisfazione per la realizzazione del Centro che, nonostante un iter lungo, è giunto a compimento. Riuscire a dare concretezza ai finanziamenti è importante, secondo l'assessore, perché le risorse che rimangono ferme e non utilizzate per le opere per le quali sono state stanziate creano un problema e non un vantaggio alla comunità. Il Centro è nato grazie ad un finanziato regionale pari a 1,2 milioni di euro a cui si aggiungono 800mila euro dal Comune di San Quirino per le opere del 1. lotto concluse nel 2020 e un ulteriore finanziamento regionale pari a 1 milione di euro per il 2. lotto. All'inaugurazione, oltre al primo cittadino di San Quirino, erano presenti, fra gli altri, anche i sindaci di Cordenons, Zoppola e San Giorgio della Richinvelda, alcuni rappresentanti del Consiglio regionale e dell'Università degli Studi di Udine. ARC/LP/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Territorio: inaugurato Centro Magredi a San Quirino

TriestePrima è in caricamento