rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Notizie dalla giunta

Territorio: natura, lavoro e cultura le anime di Pordenone che cambia

A Casa Zanussi inaugurata la mostra "Scoprire il '900 nelle trasformazioni di una città"

Pordenone, 6 giu - Il capoluogo della Destra Tagliamento si è costruito nel tempo una sua profonda identità basata su natura, lavoro e cultura, sapendosi poi adeguare - a volte anche in modo pionieristico - ai cambiamenti sociali ed economici che hanno caratterizzato la storia di questa città.

Così si è espresso, in sintesi, l'assessore regionale alle Infrastrutture oggi a Pordenone in occasione dell'inaugurazione della mostra "Scoprire il '900 nelle trasformazioni di una città" ospitata nella sala Pizzinato del Centro culturale Casa Zanussi.

Come evidenziato dall'assessore regionale nel suo intervento, la mostra rappresenta un'importante occasione per riflettere sui principali cambiamenti fisici, sociali ed economici del capoluogo del Friuli Occidentale nel corso dell'ultimo secolo. Mutamenti che hanno visto la città adeguarsi agli eventi storici che l'hanno caratterizzata e che mettono in luce i processi di trasformazione urbana e le progettualità che interesseranno anche la Pordenone del futuro. Nelle immagini raccolte si percepisce nitidamente l'anima di un territorio nel tempo caratterizzato dalla metamorfosi di alcuni luoghi, che rappresentano lo specchio delle nuove strutture sociali ed economiche vissute in alcuni casi in modo pionieristico da questa parte della regione.

L'esponente dell'Esecutivo ha poi spiegato che la condizione attuale di Pordenone metta in luce l'importante bagaglio di un territorio che ha saputo crescere e assumere un ruolo di rilievo nel panorama del Friuli Venezia Giulia, grazie alla costruzione di una identità sempre più forte basata sul lavoro, la natura e cultura. Su queste specifiche fondamenta si sta costruendo anche il futuro della città, che ancora una volta sa cogliere gli aspetti di quella trasformazione e rigenerazione secondo nuovi canoni architettonici. Ciò spesso comporta una paura e incertezza del cittadino piuttosto che una voglia di novità; per superare questa difficoltà è necessario diffondere messaggi che facciano comprendere il ruolo fondamentale svolto dall'architettura in quel processo di modifica degli spazi esistenti. ARC/AL/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Territorio: natura, lavoro e cultura le anime di Pordenone che cambia

TriestePrima è in caricamento