TERZIARIO: BOLZONELLO, DA NUOVA LEGGE RISPOSTE UTILI AL SETTORE

Trieste, 16 mar - "Una legge che contiene una serie di misure in grado di dare risposte importanti al settore del commercio, del turismo e dei servizi". È il commento del vicepresidente e assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello dopo l'approvazione in Consiglio regionale della legge che contiene Disposizioni per il riordino e la semplificazione della normativa afferente il settore terziario e per l'incentivazione dello stesso.

Al centro dell'attenzione la questione relativa alle chiusure degli esercizi commerciali nelle festività. "Avevamo promesso di individuare una decina di giornate per dare un segnale chiaro: non è possibile avere una deregulation  come quella attualmente vigente" ha affermato Bolzonello. "Vogliamo agire da stimolo nei confronti del Governo su questo tema, affrontato più volte ma mai risolto. È necessario legiferare prima possibile: noi l'abbiamo fatto, ci aspettiamo l'impugnativa ma resisteremo fino in fondo e vedremo il risultato finale".

Ma la legge non si limita ad affrontare la problematica delle chiusure. "Abbiamo lavorato in Commissione e in Aula senza preclusione verso nessuna proposta, accettando i contributi delle diverse parti e mettendo in moto un dibattito propedeutico al cambiamento complessivo della normativa di settore" ha affermato il vicepresidente.

"La legge approvata oggi istituisce il Centro di Assistenza Tecnica Unico per il Commercio, che rappresenta un vero elemento di semplificazione e sburocratizzazione rispetto ai sette CAT esistenti" ha sottolineato Bolzonello. "In questo modo ci sarà un interlocutore privilegiato per l'Amministrazione regionale nella gestione dei canali contributivi".

Inserita anche una norma relativa all'ex Ente Zona Industriale di Trieste (EZIT), ora in liquidazione. "In un'apposita audizione in Consiglio comunale a Trieste dissi che in 60 giorni era possibile arrivare al nuovo Consorzio" ha ricordato il vicepresidente. "In due settimane abbiamo predisposto la norma, ora spetta ai tre Comuni soci mettersi d'accordo per istituire il Consorzio di sviluppo industriale per l'area triestina".

"Il testo approvato contiene inoltre altre previsioni per il settore del turismo e dei servizi, in particolare alcuni contributi attesi da molti anni" ha concluso Bolzonello. "Nel complesso si tratta di una legge che fornisce risposte importanti e necessarie per un settore strategico".

ARC/RU/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Ristori: Bini, nuovo bando da 7 mln amplia la platea dei beneficiari

Torna su
TriestePrima è in caricamento