rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Notizie dalla giunta

Tlc: Bini e Rosolen, massima attenzione a sviluppi societari Tim

Incontro con Cgil, Cisl e Uil. Antenne dritte per tutelare il lavoro di 440 persone e un asset strategico per lo sviluppo Trieste, 23 feb - "L'attenzione della Regione Friuli Venezia Giulia sulle vicende del Gruppo Tim, interessato da una fase delicata di riassetto societario, è massima". Lo hanno assicurato gli assessori alle Attività produttive Sergio Emidio Bini e al Lavoro Alessia Rosolen alle delegazioni delle organizzazioni sindacali confederali in un incontro che si è tenuto oggi a Trieste nel Palazzo della Regione, presenti anche i segretari generali regionali, in concomitanza con la proclamazione dello sciopero nazionale indetto da Cgil Slc, Fistel Cisl e Uilcom Uil. In vista del consiglio di amministrazione di Tim in programma il 2 marzo che potrebbe decidere la separazione della rete dai servizi, Regione e organizzazioni sindacali confederali hanno concordato sul duplice obiettivo di difendere integralmente i livelli occupazionali e di preservare l'asset Tim in quanto strategico per la tenuta e la crescita del sistema Paese. "Siamo con le antenne ben dritte su una questione che ha un'importanza vitale per tutti e che interessa 440 lavoratori del Friuli Venezia Giulia e quindi le loro famiglie. C'è da parte nostra un impegno totale e useremo ogni strumento a nostra disposizione": così si sono espressi Bini e Rosolen, quest'ultima connessa in via telematica con la riunione. Gli assessori hanno ricordato che il governatore Massimiliano Fedriga è pienamente investito dal tema e interlocutore attivo anche nel suo ruolo di presidente della Conferenza delle Regioni. "Contiamo che alcune prime rassicurazioni raccolte dal governatore sul mantenimento dei livelli occupazionali siano confermate, mentre si attende l'esposizione del piano strategico, consapevoli che oggi Tim è una società privata il cui capitale ha una ripartizione molto spezzettata", ha osservato Bini. Rosolen ha rilevato come "ci si trovi a questo punto in una situazione figlia di un percorso lungo di privatizzazioni sul quale in passato probabilmente non c'è stata una sufficiente sorveglianza dell'interesse collettivo nazionale rispetto a dinamiche e appetiti finanziari". Assessori e rappresentanti dei lavoratori hanno convenuto, al termine dell'incontro, di mantenersi in contatto costante per seguire gli sviluppi societari in relazione alle decisioni del Gruppo leader in Italia nel settore delle telecomunicazioni. ARC/PPH/ma


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tlc: Bini e Rosolen, massima attenzione a sviluppi societari Tim

TriestePrima è in caricamento