Transport Logistic: Pizzimenti, Fvg unito per rilancio economia&lavoro



Monaco di Baviera, 4 giu - "Il sistema logistico del Friuli Venezia Giulia si presenta oggi a Monaco con la rinnovata ambizione di imporsi quale interlocutore serio e credibile per le istituzioni e gli operatori che, nel resto d'Europa e nel mondo, guardano a noi per le straordinarie opportunità che possiamo offrire sia in termini di capacità di movimentazione delle merci che in virtù di quel regime di Punto Franco che, unicum a livello continentale, rappresenta un indiscusso valore aggiunto a beneficio delle imprese".

Lo ha dichiarato l'assessore a Infrastrutture e Territorio, Graziano Pizzimenti, aprendo i lavori del tavolo bilaterale "Trasporti&Logistica": un'occasione di confronto, promossa dalla Regione - con il supporto della Camera di Commercio italo-tedesca - nella cornice della Transport Logistic di Monaco. A essere coinvolti, una trentina di interlocutori pubblici e privati tedeschi e italiani, con l'obiettivo di individuare nuovi orizzonti su cui alimentare l'intesa sottoscritta nel 2016 tra il Friuli Venezia Giulia e il Land bavarese.

Numerosi gli investimenti citati da Pizzimenti: dall'accelerazione dei lavori sulla terza corsia al coinvolgimento di un partner privato per la gestione dello scalo aeroportuale; dal rilancio delle ferrovie in collaborazione con l'Autorità di Sistema Portuale e Rfi agli oltre 18 milioni stanziati per il potenziamento del sistema portuale regionale. "Operazioni che hanno avuto, quale comune denominatore, la realizzazione di un sistema logistico integrato e coeso in Friuli Venezia Giulia, attraverso il quale - ha spiegato l'assessore - affermare la nostra centralità nel contesto internazionale".

L'assessore ha inoltre ricordato l'importanza di garantire un retroterra fertile al Porto di Trieste, primo scalo in Italia e undicesimo in Europa, attraverso una rete di infrastrutture e servizi capace di far fronte alle richieste di un mercato in continua espansione, come testimoniato peraltro dai recenti accordi sottoscritti con la China Communications Construction Company per gli investimenti nel progetto Trihub.

"La regia della Regione vuole dunque porsi quale elemento di garanzia sia sul fronte della tutela dei diritti che della maturazione di sinergie virtuose per l'economia e l'occupazione: cardini inamovibili - secondo Pizzimenti - per raccogliere le sfide del mercato globale senza rinunciare agli asset identitari e valoriali che ci appartengono".

Al tavolo bilaterale hanno partecipato, tra gli altri, il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D'Agostino, il presidente della Camera di Commercio della Venezia Giulia, Antonio Paoletti, i rappresentanti dei quattro interporti regionali, il direttore del Consorzio per lo sviluppo industriale del Friuli Centrale, il direttore dell'Azienda Speciale Porto di Monfalcone, il presidente dell'associazione degli Spedizionieri del porto di Trieste e il direttore di Alpe Adria spa. ARC/DFD/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

Torna su
TriestePrima è in caricamento