Trasporti: Pizzimenti, 1,4 mln per alleggerire traffico e inquinamento

Trieste, 28 giu - Favorire il trasporto marittimo e ferroviario, alleggerire il traffico pesante su gomma, diminuire l'impatto ambientale legato al transito di camion nei centri abitati e migliorare, nel suo complesso, la qualità della vita dei cittadini del Friuli Venezia Giulia.

Sono queste le finalità che hanno portato la Giunta regionale a deliberare stamane, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e al Territorio, Graziano Pizzimenti, lo stanziamento di 1,4 milioni di euro per rinnovare il servizio di trasporto bramme via mare e su rotaia tra i porti di Monfalcone e i laminatoi della zona industriale dell'Aussa Corno.

Entrambi i soggetti che hanno presentato domanda alla Direzione competente (Fratelli Cosulich e Friultrans) sono stati ammessi al contributo, che verrà ripartito in base alle stime legate alla movimentazione delle merci delle due società sulla tratta interessata. Soddisfatto l'assessore Pizzimenti, che ha sottolineato "l'importanza di un'iniziativa che, secondo le proiezioni dell'Amministrazione, contribuirà a togliere dalle strade oltre 14mila automezzi".

"Una duplice risposta concreta della Regione - secondo l'assessore alle Infrastrutture e al Territorio - sia nei confronti dei noti problemi di viabilità legati ai lavori in corso per la realizzazione della terza corsia sull'autostrada A4, che a vantaggio dei residenti dei centri abitati del basso Friuli, che vedranno ridursi sensibilmente l'inquinamento atmosferico e acustico legato al transito di veicoli pesanti". ARC/DFD/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, ordinanza ultimo sforzo Fvg. Governo vaccini come GB

  • Casa: Fedriga, ordinanza Tribunale Udine discrimina cittadini italiani

  • Porto vecchio: Fedriga, accordo fondamentale per attrarre investimenti

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

Torna su
TriestePrima è in caricamento