TRASPORTI: SERRACCHIANI, FUC RAFFORZA ALLEANZE E PROGETTI TERRITORIO

Cividale del Friuli, 9 aprile - "Oggi possiamo apprezzare nel dettaglio la nuova missione che si è data la Società Ferrovie Udine Cividale, ossia cercare sinergie sul territorio e allenze con i nostri vicini, Austria e Slovenia, facendo sistema e creando quei collegamenti nel più promettente mercato del futuro: il trasporto treno-bicicletta rappresenta, ad esempio, un'occasione straordinaria per intercettare un certo segmento di turismo".

Lo ha sottolineato la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani nel corso della celebrazione dei 130 anni della Ferrovia Udine-Cividale (FUC S.r.l.), che si è tenuta nella Sala consiliare del Comune, presenti i sindaci Stefano Balloch (Cividale) e Furio Honsell (Udine).

La presidente ha indicato proprio nel turismo della bicicletta un mercato in esponenziale espansione, uno dei maggiori asset  di sviluppo della Società, che - non a caso - sulla tratta del servizio MI.CO.TRA. - Miglioramento dei Collegamenti Transfrontalieri di trasporto pubblico tra Udine e Villaco - ha registrato un aumento di oltre il 60 per cento di biciclette (più 5.000 bici trasportate sul treno dal 2014 al 2015, sotto lo slogan  In sella al treno).

"È importante intercettare questa utenza, sviluppando prodotti che, oltre a permetterci di collegare due località importanti, ci consentano anche di sviluppare il cosiddetto turismo lento", ha aggiunto Serracchiani.

Per la presidente, FUC dovrà avere un ruolo anche nel recupero del Museo storico della Ferrovia di Trieste e stabilire ulteriori collaborazioni per rafforzare il sistema ferroviario, nel quadro dell'obiettivo generale che è quello di "valutare la possibilità di riattivare tratte dismesse e rilanciare così la mobilità ferroviaria".

La Regione si sta adoperando attraverso l'Accordo Quadro Regione-Rete Ferroviaria Italiana (RFI) per potenziare il sistema e valutare, ad esempio, è stato ricordato oggi, le condizioni per la riattivazione della Gemona-Sacile, strategica sia per il trasporto scolastico sia per quello turistico.

Serracchani ha infine ribadito, ringraziando personalmente per la collaborazione il responsabile del trasporto passeggeri di OBB per il Land Carinzia, l'impegno della Regione per migliorare le relazioni di trasporto con Austria e Slovenia, oltre che quelle interne alla regione.

L'amministratore unico della FUC Maurizio Ionico ha tracciato la storia - il servizio nasce nel 1886 e diventa Società, come nell'assetto attuale, nel biennio 2004-2005 - e il panorama delle collaborazioni istituzionali attivate e i principali risultati della Società, che prevede due milioni e mezzo di investimento nei prossimi anni.

"Ci caratterizziamo come il treno delle lingue, sia perché attraversiamo territori plurilingui, sia perché ci rivolgiamo a un'utenza di quasi 450.000 passeggeri, con oltre 15.000 corse all'anno, che di fatto provengono e parlano le tante lingue dei nostri confini", ha ricordato Ionico, rendendo noto che nel 2015 rispetto al 2014 è stato registrato un aumento del 3,6 per cento dei titoli di viaggio e dell' 1,9 per cento dei passeggeri.

Ionico ha ricordato, in particolare, che il servizio MI.CO.TRA. Treno + bici ha fatto registrare il +15 per cento di passeggeri sulla tratta Udine-Tarvisio e il +10 per cento passeggeri sull'intera tratta Udine-Villaco.

Anche il servizio cargo ha aumentato i volumi, con il +17 per cento di trasporto merci. "Stiamo lavorando con progetti assieme al Porto di Trieste; assieme al Gruppo SAF per realizzare l'intermodalità treno + bici + corriera; sulla riattivazione della tratta Gemona-Sacile e, infine, su due programmi europei strategici, l'Interreg Alpine Space che auspichiamo ci permetterà di prolungare il progetto MI.CO.TRA.", ha aggiunto Ionico.

Al termine della cerimonia - arricchita da intermezzi musicali eseguiti da Gabriele Ribis in cinque lingue - sono stati consegnati riconoscimenti ai principali partner  di FUC: a Max Stiessen, responsabile del trasporto passeggeri di OBB per il Land Carinzia, che con FUC svolge servizio sulla Udine-Villaco; al direttore dei Musei Diocesani e Gallerie del Tiepolo Giuseppe Bergamini; al presidente dell'Agenzia regionale per la lingua friulana (ARLeF) Lorenzo Fabbro che ha di fatto concretizzato l'innovativo progetto del treno delle lingue e al sovrintendente dell'Azienda speciale Villa Manin Piero Colussi.

ARC/EP/ppd
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Cultura: Gibelli, bando Diva opportunità per innovare settore creativo

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

Torna su
TriestePrima è in caricamento