TURCHIA: SERRACCHIANI, MASSIMA ATTENZIONE SU RELAZIONI CON FVG

Cividale del Friuli (UD) 16 luglio - "Abbiamo seguito con grande attenzione l'evoluzione del tentato colpo di Stato in Turchia e la situazione, per come si sta sviluppando, non dovrebbe portare dei cambiamenti a quelli che sono i rapporti economici, legati in particolare ai traffici con il Porto di Trieste, che vedono protagonista la Regione Friuli Venezia Giulia con Ankara".

Così la presidente del FVG Debora Serracchiani ha commentato il fallito golpe  militare in Turchia, prima di intervenire stamani a Cividale del Friuli in occasione di un incontro, all'interno del Mittelfest, dedicato all'Europa.

"La preoccupazione per la tenuta della Turchia come Paese - ha spiegato la presidente Serracchiani - è stata per alcune ore molto alta, e noi l'abbiamo vissuta in modo particolare. Auspico che il ritorno all'ordine costituito avvenga in modo rapido e pacifico. I carri armati nelle strade non sono una risposta ai problemi di nessun Paese, anzi è chiaro che rappresentano essi stessi un drammatico problema in più. Resta inteso che ogni sistema ha margini di miglioramento e di apertura democratica che vanno perseguiti".

"In queste ore sono rimasta in contatto con l'Autorità portuale di Trieste - ha concluso la presidente - per avere conferma che non ci fossero contraccolpi diretti sull'attività dello scalo che, attraverso i suoi operatori, ha dei rapporti diretti con la Turchia".

ARC//GG/RM
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Ristori: Bini, nuovo bando da 7 mln amplia la platea dei beneficiari

Torna su
TriestePrima è in caricamento