Turismo: avviato dialogo Regione-Mise per potenziare rapporti con Cina



Udine, 3 mag - Fare leva sulle opportunità offerte dalla Nuova via della seta per abbinare, al potenziamento delle relazioni commerciali, un incremento di flussi turistici dalla Cina: è attorno a questo obiettivo che si sono incontrati stamane, presso la sede della Regione a Udine, l'assessore al Turismo, il sottosegretario allo Sviluppo Economico (presente in Friuli Venezia Giulia in occasione del Far East Film Festival), i vertici di PromoTurismo Fvg e quelli di Trieste Airport.

Proprio lo scalo di Ronchi dei Legionari rappresenta, secondo l'Amministrazione regionale, un valore aggiunto per il territorio, sia in ragione dell'operazione di rilancio concretizzatasi, a gennaio scorso, con l'ingresso in società del colosso F2i, che in virtù di una situazione logistica ideale, con collegamenti diretti tanto su gomma quanto su rotaia.

Infrastrutture, quelle del Friuli Venezia Giulia, che offrono, in una prospettiva più ampia, un servizio importante all'intero Nordest e al bacino mitteleuropeo.

Funzionalità e intermodalità diventano così le chiavi, nelle parole dell'assessore al Turismo, per incidere con ulteriore forza sulle potenzialità di una regione sì piccola, ma centrale in un contesto non più solo continentale bensì, grazie ai recenti accordi sottoscritti con la Cina, mondiale.

Su questa piattaforma, l'Esecutivo ha pertanto chiesto al Ministero allo sviluppo economico (Mise) di elaborare, a quattro mani e di concerto con gli operatori del settore, un piano per far sì che alla crescita dei traffici commerciali facciano paio adeguate azioni utili a conferire al Friuli Venezia Giulia maggior peso sul mercato cinese anche sotto il profilo turistico. ARC/DFD



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

  • Infrastrutture: Pizzimenti, 1,8 mln per banda larga nelle Pa

Torna su
TriestePrima è in caricamento