Notizie dalla giunta

Turismo: Bini, snellite procedure manutenzione arenili e canali

"Consultazione periodica con operatori per favorire sviluppo"

Lignano Sabbiadoro (Ud), 14 set - L'attenzione della Regione per i poli turistici, nello specifico con particolare riferimento a spiaggia e nautica che sono asset fondamentali dell'economia territoriale, è stata ribadita dall'assessore ad Attività produttive e Turismo del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, che si è incontrato nel municipio di Lignano Sabbiadoro con i concessionari dell'arenile e dei marina del comprensorio.

Bini ha evidenziato l'intenzione di avviare la prassi della consultazione periodica con gli operatori locali di settore, comunicando che la direzione regionale Attività produttive e Turismo ha acquisito da quella Infrastrutture e Territorio le competenze sulla manutenzione di arenili e canali.

Una decisione che, ha spiegato l'assessore, la Giunta regionale ha assunto per favorire la tenuta e lo sviluppo di nautica e turismo che presuppone la certezza di interventi di manutenzione periodici quali, in primis, la salvaguardia e l'eventuale ripascimento degli arenili e il dragaggio dei canali.

Gli imprenditori che hanno investito da tempo nel comparto, è stato detto, finora si sono infatti dovuti confrontare con un dedalo di norme e regolamenti che hanno frenato innovazione e sviluppo, mettendo a rischio la tenuta del sistema.

Il percorso che seguirà la Regione per raggiungere questi obiettivi, ha precisato Bini, è quello di attivare una collaborazione interdirezionale che, al fine di individuare le procedure e le azioni più convenienti per assicurare l'esecuzione degli interventi richiesti dai soggetti gestori delle concessioni su arenile e marina, coinvolga attivamente la direzione competente sulle tematiche ambientali.

Nel corso della riunione, i concessionari e gli operatori hanno sottoposto all'assessore diverse questioni attinenti i dragaggi e non solo. In particolare, rispetto a quelli da effettuare sul canale della bocca di porto della laguna, è stato assicurato che saranno riavviati a breve dopo lo stop estivo per non interferire con le attività turistico-nautiche, così come sono state fornite assicurazioni in merito alla bonifica degli eventuali residuati bellici presenti nella zona delle foci del Tagliamento. Annunciato, inoltre, che nel mese di ottobre saranno posizionate le barriere naturali a difesa dell'arenile di Lignano dall'erosione causata dalle mareggiate.

Bini ha infine auspicato che l'incontro, al quale ha partecipato anche il sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, rappresenti l'avvio di una prassi di consultazione destinata a consentire all'Amministrazione regionale di poter intervenire tempestivamente rispetto alle necessità che si manifesteranno. ARC/CM/Red



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo: Bini, snellite procedure manutenzione arenili e canali

TriestePrima è in caricamento