TURISMO: BOLZONELLO, VALORIZZEREMO IL SACRARIO GERMANICO DI PINZANO

Pinzano al Tagliamento (PN), 21 mar - "Questo sito costituisce un esempio concreto nell'ambito dei monumenti di guerra presenti in provincia di Pordenone e in Friuli Venezia Giulia, con un grande rilievo anche sotto il profilo paesaggistico. Attraverso un intervento leggero  l'intera area potrebbe beneficiare di una valorizzazione che la renda più fruibile dal pubblico. Per questo motivo la Regione si farà parte attiva affinché la struttura possa avere il risalto che merita".

Lo ha affermato quest'oggi il vicepresidente della Regione e assessore al Turismo Sergio Bolzonello al termine del sopralluogo compiuto al Sacrario Militare Germanico presente a Pinzano. Accompagnato dal sindaco Debora Del Basso, dalla Giunta municipale e dal progettista Mario Vita - che ha seguito in passato alcuni interventi al sito - l'assessore regionale ha visto da vicino lo stato di conservazione in cui versa attualmente l'edificio.

La struttura è stata di recente interessata da un'operazione di disboscamento, grazie ai fondi che l'Amministrazione comunale ha ricevuto dalla Provincia di Pordenone e dal lavoro compiuto da alcune associazioni di volontariato locale quali l'Associazione Nazionale Alpini (ANA), la locale squadra di Protezione civile e la Società Operaia di Mutuo Soccorso (SOMS).

L'Ossario di Pinzano è un mausoleo, rimasto incompiuto, che avrebbe dovuto custodire le spoglie di circa trentamila soldati tedeschi e austriaci caduti nella Prima Guerra Mondiale. Il Governo tedesco scelse come sito di costruzione il Colle Pion, da dove si poteva godere una spettacolare vista sul Tagliamento. Il progetto dell'edificio venne completato nel 1937, mentre l'anno successivo venne costruito un simulacro in dimensioni reali del mausoleo, in legno e canne, per valutare quale sarebbe stato l'aspetto dell'opera compiuta.

I lavori, che proseguirono anche durante il conflitto mondiale, si interruppero in seguito all'Armistizio dell'8 settembre 1943 e il luogo divenne prima presidio di truppe tedesche, poi cosacche. Dal 2001 l'area è passata di proprietà del Comune. Il Sacrario Militare Germanico si inserisce a pieno titolo nell'ambito della valorizzazione turistica del comune di Pinzano.

Come spiegato dal sindaco Del Basso, il sentiero CAI numero 822 di recente inaugurato, prevede lungo il suo anello un passaggio anche lungo l'ex  sito militare. Una scelta, questa, che contribuisce alla valorizzazione della struttura, nell'ambito di un progetto turistico di più ampio respiro esteso a tutta la vallata, che tiene in considerazione la presenza dell'albergo diffuso, le aziende agricole e agrituristiche, le piste ciclabili e il possibile recupero anche della linea ferrovia Sacile-Gemona.

"Uno degli interventi prioritari - ha spiegato Bolzonello al termine dell'incontro - è quello di dare il giusto risalto a una struttura che ha un significativo valore sotto il profilo storico e che andrebbe quindi inserita all'interno dei percorsi dedicati ai monumenti di guerra presenti in regione. Ciò che dà ancora più importanza al Sacrario è il fatto che può contare sulla sua collocazione panoramica, rendendolo ancor più suggestivo, grazie all'affaccio sul Tagliamento e sulla vallata di Ragogna. Tutti questi elementi messi insieme potrebbero consentire una valorizzazione dell'intero sito, con una destinazione legata anche alla cultura locale, facendolo diventare un punto di attrazione per un tipo di turismo slow ".

ARC/AL/RM



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Cultura: Gibelli, bando Diva opportunità per innovare settore creativo

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

Torna su
TriestePrima è in caricamento