Turismo: Fedriga, Nautilia promuove attrattività per tutto Fvg

Aprilia Marittima (Ud), 13 ott - "Nautilia è un evento che promuove tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia, creando economia e attrattività turistica: la Regione si è impegnata per attuare i dragaggi e permettere così l'attività delle marine di Aprilia Marittima nella convinzione che il settore della diportistica e della nautica sia importante oltre che per un ritorno diretto anche per il vasto indotto che crea, a partire dall'importante attività di artigianato necessaria per il rimessaggio e la manutenzione delle barche in grado di creare importanti possibilità occupazionali".

Lo ha sottolineato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, inaugurando oggi a Aprilia Marittima la 31. edizione di Nautilia, la fiera e il salone nautico dell'usato, unico del genere in Italia e anche in Europa, in grado di attirare numerosi visitatori da tutta l'area Alpe Adria.

Fedriga, al cospetto di una platea comprendente anche, fra gli altri, l'assessore regionale a Formazione e Lavoro, Alessia Rosolen, i consiglieri regionali Mauro Di Bert, Maddalena Spagnolo e Simone Polesello, oltre al sindaco di Latisana, Daniele Galizio, ha iniziato il suo intervento congratulandosi con la direttrice Infrastrutture e Territorio della Regione, Magda Uliana. "Oggi ricevo ringraziamenti per meriti non miei perché se oggi la questione dei dragaggi è chiusa positivamente è merito della dirigente Uliana che ha svolto un lavoro non facile - ha riconosciuto Fedriga - perché spesso mettere impegno e cercare di risolvere le situazioni espone a rischi".

A testimoniare la gratitudine all'Amministrazione regionale per aver tempestivamente risolto il problema dei dragaggi è stato proprio il promotore di Nautilia, nonché presidente dell'Ente Fiera Cantieri di Aprilia, Eugenio Toso.

"Per la prima volta - ha evidenziato - il salone ha ricevuto l'onore della presenza all'inaugurazione del presidente della Regione: l'impegno profuso nei mesi scorsi dall'Amministrazione regionale per l'escavo del canale Coron ci ha fatto capire - ha aggiunto Toso - che non siamo soli e che la Regione crede nelle darsene e nelle attività nautiche come strumento di promozione economica e turistica".

Avviati il 18 luglio e terminati il 28 settembre scorso, i lavori di escavo del canale hanno comportato l'asportazione di 40mila metri cubi di materiale lungo 2,9 chilometri, consentendo ora un pescaggio di 3,50 metri e quindi l'accesso anche alle barche a vela. Un intervento complesso, oggetto di una collaborazione istituzionale tra la Regione e le marine di Aprilia, che hanno finanziato il 30 per cento del costo totale dell'intervento (circa 480mila euro). I materiali escavati sono stati depositati in un'area individuata in seguito ad anni di studi morfologici condotti sulla laguna dagli Atenei di Udine e Trieste.

A sottolineare come la Regione sostenga la formazione nel settore della nautica è stata infine Rosolen. In proposito, l'assessore ha ricordato il recente bando per il corso di tecnico superiore per la produzione e manutenzione di mezzi di trasporto navale e relative infrastrutture,indetto dalla Fondazione Its Accademia nautica dell'Adriatico di Trieste, che la Regione sostiene per avvicinare concretamente domanda e offerta di lavoro e favorire la formazione di alto livello per sopperire alla carenza di risorse umane nel settore della cantieristica. ARC/EP/fc



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Riccardi, da Cividale parte modello massivo per vaccinazioni

  • Carburanti: Scoccimarro, Covid ha stravolto consumi, legge da rivedere

  • Covid: Bini, ristori anche a chi realizza corsi sportivi e ricreativi

  • Sport: Gibelli a Fipav, essenziali per benessere ragazzi e famiglie

  • Attività produttive: Bini, nuovo servizio completa attrattività area

Torna su
TriestePrima è in caricamento