Turismo: Riccardi, Lignano da 60 anni risorsa per il FVG

Lignano, 21 lug - L'Amministrazione regionale ha portato il proprio saluto alle celebrazioni del 60° anniversario del Comune di Lignano, intervenendo con il vicegovernatore, Riccardo Riccardi, e il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, alla seduta straordinaria del consiglio comunale.

Prendendo la parola dopo il sindaco, Luca Fanotto, e i primi cittadini che si sono susseguiti a partire dal 21 luglio 1959 (Steno Meroi, Stefano Trabalza, Silvano Del Zotto, anche nel ricordo dei colleghi nel frattempo scomparsi), Riccardi ha voluto ripercorrere la storia straordinaria della località balneare friulana.

Una realtà che per molti abitanti del Friuli Venezia Giulia rappresenta una seconda casa.

Lignano, per Riccardi, è però soprattutto "un esempio di come le istituzioni, le imprese e i cittadini abbiano saputo dare vita a una realtà economica importante".

"E' una località - ha sottolineato Riccardi - che è veicolo di promozione dell'intero Friuli Venezia Giulia nel mondo."

Il vicegovernatore ha inoltre ricordato il fondamentale contributo offerto dal Comune di Lignano accogliendo ben 30mila sfollati dalle zone colpite dal terremoto del 1976: "una viva testimonianza - secondo Riccardi - della tenacia e degli alti valori morali del popolo friulano".

Il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, ha infine posto l'accento sull'importanza del turismo, che non è solo strumento di crescita per l'economia.

Ma, ben di più, è fonte di ricchezza culturale e di reciproca conoscenza.

Lignano non rappresenta infatti, secondo Zanin, semplicemente un'importante località balneare per il Friuli Venezia Giulia, ma è un punto di riferimento turistico per un ampio bacino europeo. ARC/CM/dfd
 



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento