rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Ucraini in Fvg: Rosolen, da migrazione risposta grazie a integrazione

"Reazione rapida e interdisciplinare della Regione di fronte a evento eccezionale" Trieste, 25 nov - "Di fronte all'emergenza Ucraina, il Piano di accoglienza interdisciplinare attivato dalla Regione ha ripercorso ed esaltato la filiera reale dei collegamenti e dell'integrazione istruzione-formazione-università-famiglia che è ormai radicata nel territorio del Friuli Venezia Giulia. Questo successo dimostra che l'accoglienza senza il coinvolgimento di tutti gli attori del territorio e senza integrazione nella scuola e nel mondo del lavoro fallisce, come purtroppo è accaduto per anni in Italia". È il pensiero espresso dall'assessore regionale al Lavoro, Formazione, Istruzione, Università e Famiglia Alessia Rosolen nella conferenza sull'accoglienza dei rifugiati ucraini promossa nella Sala Tessitori del Consiglio regionale a Trieste da Anolf (Associazione nazionale oltre le frontiere) Friuli Venezia Giulia. Rosolen ha evidenziato due aspetti della reazione della Regione a un evento bellico eccezionale, che ha precedenti nelle conseguenze della guerra di Jugoslavia e dalla crisi albanese: la rapidità e l'interrelazione con gli altri organismi dello Stato, a partire dall'Ufficio scolastico regionale. "Abbiamo messo in filiera tutti i soggetti che potevano dare risposta a un fenomeno migratorio eccezionale che ha coinvolto tante persone in particolare donne e bambini - ha rilevato Rosolen -: la disponibilità di famiglie pronte ad accogliere chi fuggiva dall'Ucraina ha avuto buon esito grazie ai servizi di supporto e ai percorsi attivati dalla rete delle Amministrazioni pubbliche, accanto alla volontà dei rifugiati di calarsi il più possibile nella realtà del nostro territorio anche cercando subito integrazione nelle sue attività produttive". ARC/PPH/al

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraini in Fvg: Rosolen, da migrazione risposta grazie a integrazione

TriestePrima è in caricamento