Sabato, 18 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Ue: Zilli, Fvg si conferma al vertice su programmazione Por Fesr

Attivati a fine 2020 306 milioni di risorse, a beneficio soprattutto di imprese Udine, 22 feb - Su un piano finanziario da 230 milioni di euro della Programmazione Por Fesr 2014-20 la Regione ha attivato risorse per 306 milioni circa, cioè il 132%, con un impegno monitorato pari al 103,46%, mentre i pagamenti controllati sono pari al 64,74% e quelli certificati al 57,09%. Sono i dati più importanti evidenziati alla I Commissione consiliare dall'assessore regione alle Finanze e programmazione europea Barbara Zilli in merito alla spesa certificata (aggiornata al 31 dicembre 2020) e impegni e pagamenti (aggiornati alla settimana scorsa) della Programmazione Por Fesr 2014-20. "Il Friuli Venezia Giulia si conferma leader nella Programmazione Por-Fesr, un primato - ha commentato Zilli - che è stato mantenuto anche nel settennato in chiusura - visto che la Regione si colloca seconda in Italia, preceduta solo dall'Emilia Romagna. La soddisfazione è quindi molta e sprona la Regione a essere ancora più virtuosa e responsabile nella programmazione futura". "La programmazione europea - ha premesso Zilli all'inizio del suo intervento - risente delle novità legate al nuovo scenario politico: da una parte l'approvazione del Recovery Plan e dall'altra l'opportunità richiesta dal nuovo esecutivo Draghi di rivedere il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). In questo quadro la nostra Regione, come tutte le altre, si trova in una fase di sospensione, in attesa delle nuove linee governative. Il precedente Governo aveva chiesto di trasmettere la lista delle progettualità entro novembre, indicazione che il Friuli Venezia Giulia ha prontamente accolto. Concordemente tutte le Regioni, che hanno lamentato l'assenza del coinvolgimento da parte del secondo governo Conte, hanno richiesto che sia individuato un loro ruolo nella fase decisionale sulle opere di investimento e di venire a conoscenza del perimetro finanziario a disposizione. Di fatto, si è assistito ad una apertura di questo nuovo esecutivo nel coinvolgimento delle autonomie territoriali: i prossimi giorni - rende noto l'assessore - saranno cruciali". L'assessore Zilli ha quindi aggiunto che "come accordato in Commissione avremo modo di confrontarci con i consiglieri anche sulle proposte che vorranno offrire ai tavoli di partenariato, intervenendo nelle commissioni di merito. Si tratta di un percorso condiviso che riteniamo d'obbligo in un momento particolare come quello che stiamo vivendo". "Per la programmazione 21-27 - ha sottolineato ancora Zilli, rispondendo alle domande dei consiglieri - l'Amministrazione regionale sta lavorando sia alla predisposizione di misure di semplificazione per la rendicontazione dei progetti, che saranno particolarmente utili per lo sgravio degli oneri amministrativi dei beneficiari, sia per garantire il sostegno tecnico necessario affinché i comuni della regione, che sono in buona parte di piccole dimensioni, possano attingere alle opportunità della programmazione europea. La direzione è quella che va verso una proposta organica e condivisa. Questo momento straordinario metterà a disposizione ingenti risorse, provenienti dal Recovery Plan, dagli strumenti europei, ai quali si affianca la disponibilità finanziaria della Regione. Saper accogliere questa sfida - ha concluso Zilli - è dovere di tutti per garantire investimenti e crescita". ARC/EP/pph


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ue: Zilli, Fvg si conferma al vertice su programmazione Por Fesr

TriestePrima è in caricamento