UNIVERSITÀ: TELESCA, PALAZZO DI TOPPO WASSERMANN ORGOGLIO PER FVG

Udine, 3 dic - "La Regione Friuli Venezia Giulia è orgogliosa di avere sostenuto il recupero attivo di un patrimonio artistico e sociale ad alto impatto territoriale" ha affermato l'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca, intervenendo a Udine all'inaugurazione di Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann, sede della Scuola Superiore dell'Università di Udine che celebra il decennale di attività.

La storia di Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann nel Novecento è legata all'Istituto di Toppo Wassermann, luogo di formazione e istruzione per intere generazioni. Nei due secoli precedenti invece fu residenza prima dei nobili Polcenigo, che lo costruirono nei primi anni del Settecento, poi dei Garzolini, che lo acquistarono nel 1790 e ne furono proprietari per tutto l'Ottocento.

Il Palazzo, che fino agli interventi del Novecento ha mantenuto sostanzialmente aspetto e dimensioni della sua prima costruzione, è stato teatro delle vicende politiche, economiche e personali degli esponenti delle due famiglie e degli epocali cambiamenti che segnarono la società friulana tra la fine dell'Età veneta e i primi decenni dell'annessione al Regno d'Italia.

Il complesso si compone di una parte storico-monumentale costituita da Palazzo Garzolini, che si affaccia direttamente su via Gemona, e dall'ex Istituto di Toppo Wassermann, che si sviluppa nella parte retrostante. La struttura, che si estende su circa 7.000 metri quadrati, fa parte del legato di Toppo Wassermann in proprietà al Comune e alla Provincia di Udine che, nell'ambito di un piano di riqualificazione del patrimonio immobiliare del legato, lo hanno concesso in uso all'Università per l'insediamento di un Istituto Superiore di Studi, l'attuale Scuola Superiore, con annessa residenza universitaria.

La Scuola Superiore, nata nel 2004, è l'istituto di eccellenza dell'Ateneo friulano. Il suo obiettivo è favorire una più qualificata preparazione degli studenti ammessi, integrando i normali studi universitari per il conseguimento della laurea magistrale con percorsi paralleli di alta formazione. Vi si accede per concorso e offre agli allievi, attualmente 83, vitto e alloggio gratuiti nella nuova sede di Palazzo Garzolini di Toppo Wassermann.

"Qui si celebra il diritto allo studio ma anche il merito", ha sottolineato Telesca, plaudendo all'impegno profuso dall'Ateneo friulano "in un momento difficile per tutti dove è fondamentale l'unità di intenti in funzione di obiettivi fondamentali quali efficienza e qualità". "La salute - ha concluso l'assessore - è anche miglioramento del capitale intellettuale".

ARC/FC/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Minoranze: Callari, gli sloveni in Fvg sono a casa loro

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

  • Sport: Fedriga, valori team Luna Rossa importanti per costruire futuro

  • Ristori: Bini, nuovo bando da 7 mln amplia la platea dei beneficiari

  • Finanze: Zilli, 'Scriptorium' San Daniele brilla per arte e generosità

Torna su
TriestePrima è in caricamento