UTI: SERRACCHIANI-PANONTIN INCONTRANO SINDACI AGRO AQUILEIESE

Cervignano del Friuli (UD), 15 mar - "È necessario che le Unioni Territoriali Intercomunali (UTI) prendano forma così come previsto dalla legge regionale a partire dal 15 aprile. Solo successivamente, con qualcosa di concreto in mano, si potrà mediare su alcuni aspetti legati alle funzioni. Su queste ultime, da parte della Regione c'è la massima disponibilità a valutare insieme quali far partire da subito e quali invece differire nel tempo. Non ha senso invece chiedere lo slittamento della data di avvio".

Lo ha ribadito oggi a Cervignano del Friuli la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani che, insieme all'assessore regionale alle Autonomie Locali Paolo Panontin, ha partecipato all'incontro svoltosi in Municipio e al quale erano presenti i sindaci che faranno parte dell'UTI Agro Aquileiese. Oltre al primo cittadino di Cervignano del Friuli, alla riunione sono stati invitati anche i colleghi di Aiello del Friuli, Aquileia, Bagnaria Arsa, Bicinicco, Campolongo Tapogliano, Chiopris Viscone, Fiumicello, Gonars, Palmanova, Ruda, San Vito al Torre, Santa Maria la Longa, Terzo di Aquileia, Trivignano Udinese, Villa Vicentina e Visco.

Presenti inoltre il presidente della V commissione del consiglio regionale Vincenzo Martines, l'assessore regionale alle Infrastrutture e al Territorio Mariagrazia Santoro nonché il consigliere regionale Piero Paviotti. "Già prima del 15 aprile - ha ribadito la presidente Serracchiani- partiranno i Tavoli tecnici ai quali saranno presenti la Regione con tre suoi funzionari e ai quali siederanno anche i segretari comunali e i responsabili del settore della Ragioneria regionale. È a quei tavoli che continueremo il confronto che l'assessore Panontin ha iniziato con una serie di riunioni e che porteremo ancora avanti per sciogliere i possibili nodi che si potrebbero venire a creare".

"È indubbio - ha aggiunto Serracchiani - che sia difficile partire con la completa operatività delle funzioni già dal giorno successivo all'entrata in vigore delle UTI; per questa ragione proprio nei Tavoli tecnici di confronto cercheremo di stabilire le modalità che consentano alle UTI di operare. Per cui siamo disponibili a valutare come fare le cose al meglio ma non a differire l'avvio".

Da parte sua l'assessore Panontin si è soffermato tra l'altro sull'aspetto legato ai servizi finanziari delle UTI. "Abbiamo deciso di mantenere - ha detto l'assessore - l'obbligatorietà nel portare avanti in forma aggregata i servizi finanziari. Ma questo potrà essere un argomento di confronto del tavolo politico, vista l'importanza di questo settore e la stretegicità legata all'operatività dei Comuni stessi. Altra questione rilevante - ha aggiunto Panontin - è la possibilità da parte dell'Assemblea dei sindaci di individuare le modifiche necessarie da apportare per rendere attivo lo statuto dell'UTI anche a ranghi ridotti".

Inoltre Panontin ha ricordato che "si prevede che la quota del fondo di perequazione del trasferimento transitorio comunale sia concessa ed erogata a decorrere dall'anno 2016 a favore dei Comuni che hanno deliberato lo Statuto entro il 15 aprile 2016, e a decorrere dall'anno successivo a quello di ingresso in UTI per i Comuni che deliberano lo Statuto dopo la data indicata". In apertura dei lavori il sindaco di Cervignano del Friuli ha descritto il percorso seguito dalla UTI Agro Aquileiese "che un anno fa ha approvato lo Statuto con l'Assemblea dei sindaci.

"Un confronto costruttivo - ha detto il primo cittadino - che ha portato al voto capitale per i sindaci, dimostrando la volontà di collaborare nel percorso previsto dalla legge. Successivamente ci sono state le distinzioni tra chi non ha approvato lo Statuto in Consiglio comunale e chi ha poi anche fatto ricorso. Ma va dato atto ai primi cittadini di aver comunque lavorato in modo costruttivo nel gettare le basi la definizione dello statuto".

ARC/AL/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

  • Corpo forestale: Zannier, confermati funzioni e compiti

  • Ristori: Bini, domani al via le liquidazioni a oltre 6mila richiedenti

  • Covid: Riccardi, macchina vaccinale Fvg modulata a flussi consegne

  • Ristori: Bini, da Commissione ok a fondi per frasche, osmizze, private

  • Friulano: Roberti, 27 audiovisivi per bambini strumento grande utilità

Torna su
TriestePrima è in caricamento