Notizie dalla giunta

Vaccini: Serracchiani, obbligo esteso a operatori sanitari

Pordenone, 06 luglio - Estendere l'obbligatorietà dei vaccini anche agli operatori sanitari presenti nelle strutture ospedaliere. È stata questa la posizione sostenuta dalla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, insieme ai colleghi di altre amministrazioni nel corso della conferenza delle Regioni che si è svolta oggi a Roma. L'indicazione specifica fa parte di una serie di altre osservazioni ed emendamenti contenuti nel parere sulle disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, approvato con il solo voto contrario di Veneto e Valle d'Aosta.

Il provvedimento è dettato dalla necessità di emanare linee guida per garantire in maniera omogenea sul territorio nazionale le attività di prevenzione, contenimento e riduzione dei rischi per la salute pubblica. Nello specifico, la norma rende obbligatorie e gratuite una serie di vaccinazioni e prevede sanzioni amministrative pecuniarie in caso di mancata osservanza dell'obbligo vaccinale. Vengono inoltre promosse iniziative di comunicazione e informazione istituzionale per illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni del decreto stesso.

In questo contesto, il Friuli Venezia Giulia ha sostenuto con forza la volontà di estendere l'obbligo di vaccinazione anche per gli operatori sanitari "Nella seduta di oggi - ha dichiarato Serracchiani al termine dell'incontro - abbiamo approfondito il decreto presentato dal Governo, inserendo una previsione che riteniamo ossia quella di estendere l'obbligatorietà dei vaccini agli operatori sanitari perché anche questa è una parte del problema che va affrontata con determinazione".

Sempre in tema sanitario, il Friuli Venezia Giulia ha dato parere positivo all'accordo che prevede la definizione dei requisiti tecnici professionali ed organizzativi minimi per l'individuazione dei presidi sanitari deputati alla diagnosi della celiachia. Ciò fa seguito alla revisione dei Lea e il conseguente inserimento di questa patologia nell'elenco delle malattie croniche invalidanti. Ora la celiachia viene accertata e certificata dai centri di riferimento individuati dalle Regioni. ARC/AL/fc



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini: Serracchiani, obbligo esteso a operatori sanitari

TriestePrima è in caricamento