Notizie dalla giunta

Vergarolla: Roberti, strage compiuta per spingere italiani all'esodo



Trieste, 18 ago - "Ritengo che ricordare la strage di Vergarolla significhi anche ribadire quali furono le ragioni di quel vile e sanguinario attentato: lo spingere verso l'esodo gli italiani dell'Istria, e nella fattispecie della città di Pola, in quella che fu una lucida e spietata applicazione del progetto di pulizia etnica messo messo in atto dal regime comunista jugoslavo".

Lo ha affermato oggi l'assessore regionale alle Autonomie locali del Friuli Venezia Giulia, Pierpaolo Roberti, in occasione del 75° anniversario della strage di Vergarolla, nella quale il 18 agosto del 1946 morirono oltre ottanta persone tra cui molti giovani che partecipavano a un evento sportivo natatorio.

Come ha sottolineato lo stesso Roberti, è un dovere da parte delle istituzioni del nostro Paese commemorare quelle vittime innocenti, "che per troppo tempo sono state ignorate dalla storiografia ufficiale a causa dell'oblio di Stato che coprì il dramma degli esuli e delle foibe". "Si trattò di un attentato le cui dimensioni, in termini di numero di persone strappate alla vita, lo rendono paragonabile alle stragi più luttuose del nostro dopoguerra. Per questo bisogna tenere accesa più viva che mai la luce della memoria su quella che è stata - ha concluso Roberti - una delle pagine più buie e tristi della storia italiana". ARC/GG



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vergarolla: Roberti, strage compiuta per spingere italiani all'esodo

TriestePrima è in caricamento