VIABILITÀ: SERRACCHIANI, BENE L'INCONTRO CON ANAS SULLE CRITICITÀ IN FVG

Trieste, 30 lug - "Un incontro proficuo che ha permesso di affrontare una serie di importanti problemi che riguardano la viabilità del Friuli Venezia Giulia, dalle aggregazioni autostradali del nord-est alla razionalizzazione della nostra rete locale fino alla soluzioni di alcuni nodi puntuali".

Lo ha detto la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani che oggi a Roma, assieme all'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Mariagrazia Santoro, ha incontrato il nuovo presidente e amministratore delegato dell'ANAS Vittorio Armani.

Per quanto riguarda la razionalizzazione della rete locale, va ricordato che, secondo le intese raggiunte al momento del passaggio delle competenze alla Regione e alla costituzione della Società FVG Strade, all'ANAS è rimasta direttamente in gestione una rete che comprende circa 200 chilometri di strade statali strategicamente molto importanti (44 chilometri di raccordi autostradali, la Grande Viabilità Triestina con l'accesso al Porto di Trieste e i principali valichi confinari con l'Austria e la Slovenia).

"C'è un reciproco interesse - ha riferito Serracchiani - a rivedere e razionalizzare la suddivisione delle competenze, con l'acquisizione da parte della Regione di alcune tratte, per esempio quelle confinarie, in modo da poter garantire in modo più puntuale la manutenzione e il decoro delle porte d'ingresso nel nostro Paese. Per altre direttrici, che si salderebbero in questo modo con le tratte gestite da ANAS in Veneto, si pensa invece alla cessione".

L'incontro con il presidente Armani è servito anche ad affrontare alcune priorità, e in particolare la realizzazione del nuovo svincolo sulla 202 per il nuovo Polo ospedaliero Burlo - Cattinara di Trieste.

"Su tutti i punti proposti - ha aggiunto l'assessore Santoro - ANAS ha dimostrato interesse e ha deciso di attivarsi nel merito in tempi molto brevi. Avvieremo anche una collaborazione specifica per affrontare il futuro trasferimento delle competenze in materia di viabilità delle Province alla Regione e per affrontare anche problematiche puntuali come quella del cosiddetto bivio ad H sul tratto della 14 che conduce al confine di Pese con la Slovenia, della galleria di San Lorenzo sulla 52 o l'adeguamento della 52 bis da Tolmezzo al Passo di Monte Croce Carnico previa stipula di una convenzione tra Austria, Regione Friuli Venezia Giulia e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT)".

ARC/PF



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Protezione civile: Zilli a trentesimo fondazione gruppo di Mortegliano

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

  • Attività produttive: Bini, 1 mln a Pmi per investimenti tecnologici

Torna su
TriestePrima è in caricamento