VICENDA BEARZI: LETTERA SERRACCHIANI A PRESIDENTE MATTARELLA

Trieste, 03 dic - La presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha inviato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella una richiesta di attenzione alla delicata situazione del dirigente scolastico Livio Bearzi che, a seguito di una recente sentenza passata in giudicato, è stato condannato a quattro anni di reclusione.

Nella lettera della presidente Serracchiani viene richiesto un intervento del Capo dello Stato affinché la pena sia condonata e sia annullata l'interdizione dai pubblici uffici, "con l'auspicio di una celere revisione della normativa vigente". Normative che in questa drammatica vicenda "hanno comportato delle conseguenze eccessive per il preside Bearzi", ha sottolineato Serracchiani: "ritengo, infatti, ci sia attualmente un forte divario tra le responsabilità che stanno in capo ai presidi e l'effettiva praticabilità degli adempimenti".

"La vicenda ha suscitato forti reazioni dal mondo scolastico, sindacale e politico, da cui sono arrivate numerose manifestazioni di solidarietà al preside gravato per altro da una difficile condizione familiare", ha ricordato la presidente.

"Bearzi è il primo preside a finire in carcere per gli effetti del Testo Unico 81/2008: questa sentenza ha nuovamente fatto rilevare le problematiche poste da una normativa - ha infine voluto segnalare Serracchiani al Presidente Mattarella - che grava sull'operare quotidiano dei dirigenti scolastici e dei responsabili della sicurezza, obbligati a segnalare rischi e pericolosità ma nei fatti non messi nelle reali condizioni di poter risolvere le mancanze strutturali, impiantistiche ed ambientali degli edifici".

ARC/RM/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

  • Corpo forestale: Zannier, confermati funzioni e compiti

  • Ristori: Bini, domani al via le liquidazioni a oltre 6mila richiedenti

  • Covid: Riccardi, macchina vaccinale Fvg modulata a flussi consegne

  • Ristori: Bini, da Commissione ok a fondi per frasche, osmizze, private

  • Friulano: Roberti, 27 audiovisivi per bambini strumento grande utilità

Torna su
TriestePrima è in caricamento