Domenica, 13 Giugno 2021
Notizie dalla giunta

VILLA RUSSIZ: SERRACCHIANI, SALVAGUARDATO PATRIMONIO STORICO E SOCIALE

Capriva del Friuli (GO), 20 luglio - "Abbiamo compiuto un ottimo lavoro per risanare una situazione complicata e salvaguardato Villa Russiz: un patrimonio vitivinicolo, storico e sociale straordinario per tutto il Friuli Venezia Giulia. Non siamo ancora alla fine di questo percorso, però possiamo guardare con più fiducia nel presente e nel futuro".

Lo ha affermato la presidente della Regione Debora Serracchiani, in occasione della visita alla Fondazione Villa Russiz di Capriva del Friuli dove ha incontrato i lavoratori e i ragazzi ospitati nella Casa Famiglia, richiamando l'impegno profuso per il risanamento della situazione economico-finanziaria e per il rilancio delle attività dell'Ente che ha visto attivarsi la Regione FVG, il precedente commissario Salvatore Guarnieri, l'attuale Marco Craighero, fino al direttore generale Giulio Gregoretti, ai dipendenti e all'Amministrazione comunale.

La situazione in cui versava la Fondazione, dopo le vicende finanziarie degli ultimi anni, come è stato illustrato da Craighero, metteva a rischio la sopravvivenza della stessa, da qui l'impegno "concreto e attivo dell'Amministrazione regionale per salvaguardare questa realtà".

"La Regione - ha precisato Serracchiani - continuerà a supportare l'Ente perché crediamo nelle potenzialità di questo luogo, nel suo patrimonio, ovvero la Casa Famiglia (struttura che accoglie minori con situazioni di difficoltà) e l'Azienda agricola (100 ettari di cui 50 coltivati a vigneti DOC Collio: i proventi dell'attività vitivinicola sono destinati alla gestione della Casa Famiglia) che devono continuare a rimanere insieme e, insieme, devono proseguire da un lato ad aiutare i ragazzi in difficoltà, dall'altro a realizzare un prodotto di qualità legato al nostro territorio che rappresenta il nostro migliore biglietto da visita per il futuro".

"Ora - ha aggiunto la presidente - consapevoli dell'importante lavoro attuato, dobbiamo recuperare la reputazione, la credibilità di Villa Russiz: la sua capacità di produrre un buon vino ma anche il ruolo di rilievo che riveste per il nostro tessuto sociale".

Il sindaco di Capriva, Daniele Sergon, ha ringraziato la Regione e la presidente in particolare, "perché ha creduto e voluto che questa realtà di straordinario valore proseguisse la sua storia. Il percorso intrapreso, permeato di trasparenza e serietà, ci ha permesso di essere qui oggi con la possibilità di proseguire la missione per cui è nata la Fondazione".

Quanto al futuro, il primo cittadino ha auspicato che Villa Russiz possa tornare a essere una parte integrata della comunità "con quei valori che l'hanno contraddistinta nel tempo".

Nel corso dell'incontro, il direttore della Fondazione Giulio Gregoretti ha ricordato come Villa Russiz sia votata, per Statuto, al sociale con particolare riferimento all'assistenza a bambini e giovani in difficoltà: un impegno iniziato nel 1894 quando la contessa goriziana Elvine Ritter de Zahony fondava a Russiz un Istituto scolastico a favore dei bambini più poveri. Dopo la Grande Guerra, l'eredità di Elvine fu raccolta dalla contessa Adele Cerruti.

ARC/LP/RM
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VILLA RUSSIZ: SERRACCHIANI, SALVAGUARDATO PATRIMONIO STORICO E SOCIALE

TriestePrima è in caricamento