VITICOLTURA: SHAURLI, OTTENUTE MAGGIORI RISORSE UE PER COMPARTO FVG

Udine, 21 ott - "L'intenso lavoro degli uffici regionali e la responsabilità e serietà dei nostri produttori ci hanno permesso di chiudere l'annata ottenendo per la viticoltura regionale 10.727.017,00 euro, ovvero quasi 2,2 milioni in più rispetto allo stanziamento inizialmente assegnato al Friuli Venezia Giulia in base al Piano nazionale di riparto dei fondi comunitari, classificando la nostra regione come quella con l'incremento più alto".

A commentare l'ottimo risultato per la Regione Friuli Venezia Giulia, il comparto vitivinicolo e la sua possibilità di crescita e promozione "mai come ora fondamentale", è l'assessore regionale alle Risorse agricole Cristiano Shaurli.

Nel mese di ottobre l'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AgEA) ha emesso infatti l'ultimo decreto di pagamento relativo ai fondi dell'Organizzazione Comune di Mercato (cosiddetta OCM) Vino per il 2015.

All'inizio del 2015 il Friuli Venezia Giulia poteva disporre, su una dotazione totale per le tre misure finanziate - Riconversione e ristrutturazione vigneti; Investimenti; Promozione nei Paesi Terzi -, di 8.528.267,00 euro. Il meccanismo di finanziamento comunitario prevede che si debbano spendere entro il 15 ottobre di ogni anno i fondi assegnati, pena la perdita; in caso di economie da parte di altre Regioni, queste possono essere utilizzate da chi ha a disposizione domande non finanziate per esaurimento delle disponibilità, già istruite e immediatamente pagabili.

"Su questo - spiega Shaurli - ha puntato molto la Regione FVG attuando una serrata e costante azione di monitoraggio presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MiPAAF) e, nel contempo, sollecitando le nostre aziende beneficiarie affinché completassero nei tempi le procedure previste".

L'incremento più sostanzioso è avvenuto nella misura Riconversione e ristrutturazione vigneti dove dalla dotazione iniziale di circa 1,68 milioni di euro - che avrebbe consentito di finanziare le prime 47 aziende in graduatoria (su un totale di 259) per un totale di 122 ettari - si è passati a un finanziamento di 3,94 milioni di euro che consente di coprire 111 aziende e 315 ettari. "E non è tutto - spiega Shaurli - perché con i fondi del 2016 sarà possibile finanziare la graduatoria fino alla posizione numero 250".

"Rimangono certo ancora molti problemi tecnico burocratici che assillano le nostre aziende", afferma l'assessore "ma quando si riesce a instaurare uno spirito di collaborazione costruttivo, quando il personale pubblico crede nel proprio lavoro e capisce che il suo impegno prioritario è permettere alle imprese regionali di ottenere maggiori risorse, risultati come questo sono possibili".

"È una soddisfazione ancora più grande - conclude Shaurli - perché dà forza alla convinzione delle nostre straordinarie potenzialità vitivinicole. Grazie anche agli importanti interventi in termini di risorse sui fondi di rotazione per l'agricoltura e all'approvazione del Programma di Sviluppo Rurale (PSR), permette di affermare con cauto ottimismo che il 2016 potrà essere un anno di crescita e investimenti per il nostro settore primario, anche per i comparti oggi ancora in difficoltà".

ARC/Com/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Legno-arredo: Bini, da bilancio Catas segnale positivo per il settore

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

  • Omnibus: Callari, soddisfazione per approvazione norme Cuc e demanio

  • Turismo: Bini, bando su Fondo rotazione per riqualificare strutture

  • Corpo forestale: Zannier, confermati funzioni e compiti

  • Covid: Riccardi, macchina vaccinale Fvg modulata a flussi consegne

Torna su
TriestePrima è in caricamento