Piano di emergenza regionale, UGL: «Grave il mancato confronto con i sindacati»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Prendiamo atto della volontà di questa Regione di evitare il confronto con le Organizzazioni Sindacali, voce dei lavoratori che quotidianamente prestano la propria opera e che avrebbero avuto il pieno diritto di poter esprimere la propria idea confrontandosi con la politica su di un tema così importante e delicato quale l' emergenza-urgenza e la C.O. 118.

Così Modica Matteo di UGL Sanità, che aggiunge: presenteremo comunque le nostre osservazioni al piano, le nostre convinzioni, frutto del pensiero di chi lavora.

Torna su
TriestePrima è in caricamento