"Commissione internazionale", come superare i problemi di governance del porto di Trieste

Cosa possiamo imparare dalla questione D'Agostino? Ecco i punti salienti della vicenda secondo Podemo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Siamo in mano ad un sistema di giustizia fortemente inefficiente: ci hanno messo infatti ben quattro anni per accorgersi di quest'incompatibilità. Rispetto al totale immobilismo dei direttori precedenti, Maresca e Monassi, anche la (molto) parziale attività di sviluppo di un tecnico come D'Agostino è stata in grado di ottimizzare alcuni aspetti del nostro Free Port, pur avendo mancato del coraggio necessario per effettuare cambiamenti davvero profondi. L'applicazione del solo 1 per cento del Trattato di Pace, come avviene oggi, ha portato indubbi miglioramenti. C'è solo da immaginare cosa avverrebbe una volta applicato interamente, come i governi romani sono peraltro obbligati a fare.

Da uno status di illegalità non può nascere nulla di buono: il finto decreto del PD del 2018 è rimasto, come prevedibile e previsto, lettera morta. Il governo a Roma ha tutti i mezzi per emanare un vero decreto legislativo in piena applicazione del Trattato di Pace senza sottostare ad alcun iter parlamentare, e quindi in tempi brevi. È il caso di farlo, ed è urgente.

Per risolvere tutti i dubbi legali e i vuoti di governance esistenti, la soluzione più semplice e vantaggiosa per Trieste consiste nel partire, riesumando gli Articoli 21-26 dell'Allegato VIII, dalla pronta instaurazione della prevista Commissione Internazionale per il Free Port di Trieste, di cui il prossimo Direttore del Porto sarebbe membro permanente.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento