Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Bora e rifuti, Cecco (FareAmbiente) «Inutile uscita dei mezzi»

Attraverso una nota stampa il coordinatore di FareAmbiente, Giorgio Cecco, mette in evidenza i disagi provocati da una, secondo lui, cattiva gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. Secondo Cecco, durante i giorni di Bora c'è stato un'inutile operazione di asporto rifiuti che ha alleggerito i cassonetti

Ora che la Bora è passata e ha sfogato la sua potenza è giunto il momento dei bilanci. Giorgio Cecco, coordinatore di FareAmbiente, ha espresso il suo pensiero sulla situazione rifiuti. «Nell'emergenza è chiaro che a Trieste non funziona bene la raccolta dei rifiuti, abbiamo rilevato, anche su segnalazione di molti cittadini, nei giorni di bora un'inutile uscita dei mezzi per l'asporto dei rifiuti, anzi dannosa, visti i cassonetti vuoti e quindi alleggeriti, che invadevano le carreggiate ed i marciapiedi».

«Ora che l'emergenza è passata si ferma la raccolta, con bottini pieni e spazzatura depositata a terra. Nei giorni di maltempo c'erano divieti ai mezzi pesanti di circolare, ma i camion Acegas lavoravano per un servizio che era meglio evitare. Vista la situazione ora sarebbe stata utile un'uscita straordinaria per evitare disagi – commenta Cecco – ci sembra una mancanza nella gestione dei mezzi e delle risorse umane, che negli anni passati non era certo così evidente».

Infine «la bora forte come in questi giorni non è forse così frequente, ma non è da considerarsi un evento eccezionale a Trieste».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bora e rifuti, Cecco (FareAmbiente) «Inutile uscita dei mezzi»

TriestePrima è in caricamento