rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

73esimo anniversario della Liberazione Trieste, Serracchiani: «Fede nella tolleranza e nella democrazia»

Il discorso della deputata del Pd Debora Serracchiani alla commemorazione della Liberazione di Trieste dall'occupazione jugoslava del maggio-giugno '45

«Oggi incidiamo ancora nella nostra mente la fede nel valore supremo della libertà, della tolleranza e della democrazia, beni che non possono essere scalfiti da alcun cedimento o compromesso. La liberazione di Trieste dall'occupazione jugoslava fa parte di un processo che ha visto in Europa la lunga ma progressiva affermazione dei diritti umani, politici e civili, culminando in una condizione di pace e unione senza precedenti». Lo ha affermato oggi la deputata del Pd Debora Serracchiani, partecipando alla commemorazione della Liberazione di Trieste dall'occupazione jugoslava del maggio-giugno '45.

Nell’ambito delle cerimonie di commemorazione del 73esimo anniversario della Liberazione di Trieste dall’occupazione jugoslava, questa mattina, a cura dell’Unione degli Istriani e della Lega Nazionale, è stata deposta una corona di alloro, presso il famedio della Questura, in memoria dei caduti della Polizia sequestrati e infoibati durante i quarantatre giorni dell'occupazione.

«A loro – ha aggiunto Serracchiani - rendiamo dunque omaggio, commemoriamo i patrioti del CLN perseguitati e uccisi dai titini, assieme ai tanti caduti nell'adempimento del dovere, testimoni estremi della tenacia con cui Trieste ha dimostrato il suo attaccamento all'Italia». Erano presenti il questore di Trieste Isabella Fusiello, il presidente dell’Unione degli Istriani Massimiliano Lacota, il presidente della Lega Nazionale Paolo Sardos Albertini, una rappresentanza della sezione locale dell’Associazione nazionale Polizia di Stato, rappresentanti delle Amministrazioni della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Trieste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

73esimo anniversario della Liberazione Trieste, Serracchiani: «Fede nella tolleranza e nella democrazia»

TriestePrima è in caricamento