menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mense Silp Cgil: "Disagi intollerabili"

La situazione delle mense di servizio della Questura e della Scuola Allievi Agenti di Polizia di Trieste. Silp Cgil: "Forse prima di continuare ad invocare l’Esercito e personale aggregato andrebbe affrontato seriamente il problema della loro sistemazione, per la quale, chissà, anche la Regione FVG ed i vari Comuni potrebbero farsi carico"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della Silp Cgil sui disservizi nelle mense di servizio della Questura e della Scuola Allievi Agenti di Polizia di Trieste.

"Nonostante numerosi interventi del Silp Cgil, la qualità e la quantità del cibo nelle mense di servizio della Questura e della Scuola Allievi Agenti di Polizia di Trieste è peggiorata notevolmente e addirittura, come segnalato prima delle vacanze estive, il servizio viene garantito a “singhiozzo” a causa della mancata corresponsione degli straordinari ai lavoratori della società appaltante!" dichiara la Silp Cgil.

"Non solo - aggiunge-, anche la fornitura delle derrate alimentari necessarie alla preparazione dei pasti non viene garantita, creando ulteriori disservizi, che vengono puntualmente segnalati a chi di dovere (Ministero) per le conseguenti sanzioni (risibili) e l’eventuale risoluzione del contratto.Pare poi ci siano anche dei problemi con la società che avrebbe vinto la nuova gara di appalto, per delle irregolarità riscontrate in merito all’idoneità alla frequentazione di strutture di Polizia".

"Di fatto, la mensa di San Sabba è rimasta chiusa sabato sera, domenica tutto il giorno, lunedì sera e anche stasera, dirottando i fruitori (anche di altre Forze di Polizia) a quella della Scuola Allievi Agenti, che non se la passa meglio, creando ulteriori difficoltà anche a causa degli orari ridotti. A ciò si somma il disagio subito dai tanto invocati colleghi aggregati del Reparto Prevenzione Crimine e del Reparto Mobile (che costano circa 100 Euro al giorno a persona), i quali non solo si trovano a subire il disagio di un servizio fuori sede, ma anche quelli di una mensa inefficiente, di quello di una sistemazione alloggiativa poco decorosa (sia alberghiera che in alloggi di servizio), con disagi segnalati in termini di logistica, scarsa pulizia, strutture al limite della decenza e anche di natura sanitaria, con colleghi che manifestano segni di allergia". 

"Forse prima di continuare ad invocare l’Esercito e personale aggregato, anziché trovare una soluzione definitiva, prima ancora andrebbe affrontato seriamente -come si conviene- con tutte le compagini sindacali delle Forze di Polizia, il problema della loro sistemazione, per la quale, chissà, anche la Regione FVG ed i vari Comuni potrebbero farsi carico" conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento