Politica Barcola - Gretta

"Bivacchi" a Barcola, necessari più controlli

Per il vicesindaco Polidori la situazione è frutto soprattutto di comportamenti incivili. Un maggiore controllo del territorio

Sulla situazione di Barcola è necessario fare qualche considerazione e dare alcune valutazioni.

Le prime considerazioni sono dettate dal fatto che la zona di Barcola presenta delle atipicità, collocandosi tra quelle che sono i caratteri di una zona urbana e quelle di un ambito prettamente turistico, essendo a tutti gli effetti un’area urbana con caratteristiche di zona balneare.

È quindi necessario che decoro urbano e fruibilità turistico/balneare contemperino entrambi gli aspetti, nel rispetto delle regole della civile convivenza.
Non sempre però è così, nel momento in cui si assiste ad aberranti scene di bivaccamenti selvaggi, di schiamazzi e di abitudini invalse di lasciare a terra ogni sorta di rifiuto. Questa è la parte di inciviltà e di mancanza di senso civico che è sempre condannabile e da combattere, a prescindere e con tutti i mezzi a disposizione.

Ma proprio in questo contesto va rimarcato con forza il fatto che, nelle more dell’approvazione del regolamento sull’armamento della Polizia Locale, non è possibile presidiare il territorio nelle ore cruciali, e cioè dalle 2 alle 6 di mattina; come si vede, la questione deve necessariamente essere vista nell’ottica del controllo territoriale, che è il vero scopo del provvedimento, e non tanto nell’armare la PL, di cui ne è semplicemente il mezzo.

Dopodiché ci sono le situazioni borderline, dove anche il buonsenso sarebbe più opportuno ed efficace di una sanzione, peraltro possibile perché si entra nella fattispecie di pubblico decoro: ma entrare in costume in supermercato potrebbe essere evitato se lo stesso punto vendita invitasse i clienti ad entrare vestiti; mettere l’amaca e portare i tavolini per il picnic è usanza pluridecennale, tollerabile se ciò non si traducesse in vietati bivacchi notturni. Tanto di questo discorso è questione di civiltà: ma gli equilibri sono tali fintantoché essi non ne siano turbati. Perché poi, attenzione, le restrizioni sarebbero per tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bivacchi" a Barcola, necessari più controlli

TriestePrima è in caricamento