rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Il caso Aldi

"Aldi non è caso isolato, grande distribuzione è precariato e sfruttamento"

Le parole sono del consigliere comunale di Adesso Trieste, Riccardo Laterza, a margine della manifestazione di protesta inscenata davanti al punto vendita di via del Coroneo dove, nei giorni scorsi, l'azienda ha licenziato Giovanni Manca, dipendente e sindacalista

L'opposizione scende in campo per esprimere solidarietà a Giovanni Manca, il quarantenne licenziato dalla multinazionale Aldi nei giorni scorsi a Trieste. Alla manifestazione di protesta organizzata dalla Cgil - alla quale ha aderito anche Rifondazione Comunista, oltre ad un gruppo riconducibile al Coordinamento No Green Pass - hanno partecipato anche il dem Roberto Carli e il municipalista Riccardo Laterza. 

"Piena solidarietà a Giovanni per il suo licenziamento - queste le parole del giovane leader di Adesso Trieste -, una risposta al tentativo dei lavoratori di Aldi di organizzarsi dal punto di vista sindacale. Si tratta purtroppo di un episodio non isolato, perché il settore del terziario in generale e della grande distribuzione in particolare è un terreno di precarietà e sfruttamento. Anche per questo un'Amministrazione Locale dovrebbe promuovere un altro modello di sviluppo urbano, con meno centri commerciali e supermercati e più commercio di vicinato". 

“Il Pd è al fianco dei lavoratori - così l'esponente del Partito democratico -, sostiene il confronto e il dialogo con le rappresentanze sindacali, ancora di più in questo momento di difficoltà per l’economia e l’occupazione. Siamo a questo presidio per chiedere all’Aldi che ci siano corrette e costanti relazioni sindacali, per risolvere assieme e in trasparenza fatti molto discutibili come il licenziamento al punto vendita di Trieste ma anche il complesso delle criticità segnalate nei vari i punti vendita Aldi in regione”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aldi non è caso isolato, grande distribuzione è precariato e sfruttamento"

TriestePrima è in caricamento