Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Ambiente: Vito, "Shape" Mostra la Buona Qualità delle Acque Lagunari

«Stiamo lavorando per giungere alla definizione di un modello di sostenibilità dell'ambiente lagunare» I dati raccolti grazie al Progetto comunitario "SHAPE-Shaping an Holistic Approach to Protect the Adriatic Environment between coast and sea"...

«Stiamo lavorando per giungere alla definizione di un modello di sostenibilità dell'ambiente lagunare»

I dati raccolti grazie al Progetto comunitario "SHAPE-Shaping an Holistic Approach to Protect the Adriatic Environment between coast and sea" evidenziano una buona qualità delle acque lagunari del Friuli Venezia Giulia e, nel contempo, la capacità del sistema idrico della Laguna di Marano e Grado (in foto) di sostenere le attività che vi si svolgono e l'antropizzazione del territorio retrostante.

Lo ha rilevato l'assessore regionale all'Ambiente Sara Vito intervenendo, a Lignano Sabbiadoro alla Terrazza Mare, al workshop organizzato dall'ARPA per la presentazione degli esiti dell'iniziativa dell'Unione europea denominata SHAPE alla quale hanno aderito tutte le realtà costiere dell'Adriatico.

Per il Friuli Venezia Giulia, l'ARPA ha scelto di utilizzare il sostegno previsto dall'Ue nell'ambito di tale iniziativa, per approfondire lo studio del sistema lagunare, rappresentato da un bacino complesso che contiene 200 milioni di metri cubi d'acqua. «I dati ora a disposizione - ha aggiunto Vito - e la rapidità della raccolta e dell'elaborazione degli stessi, rappresentano un esempio di buon utilizzo della progettualità comunitaria a vantaggio di un ambito, quello lagunare, che è all'attenzione della Regione».

«Stiamo lavorando - ha aggiunto l'assessore - per giungere alla definizione di un modello di sostenibilità dell'ambiente lagunare, del quale si terrà conto anche per la predisposizione del Piano regionale di Tutela delle Acque, uno strumento - ha insistito Vito - che in Friuli Venezia Giulia è atteso da anni e che consentirà di programmare in modo organico la gestione dell'ambiente naturale».

Sul significato del Progetto SHAPE si è poi soffermato il direttore dell'ARPA Lionello Barbina, per evidenziare come l'occasione sia stata propizia per avviare la messa in rete di tutte le realtà interessate alla salute delle acque dell'intero arco costiero dell'Adriatico. Perché, come ha poi ricordato Giorgio Mattassi, direttore tecnico-scientifico dell'ARPA, la qualità delle acque della Laguna risente dell'influenza di molteplici fattori, ma ha dimostrato di poter sostenere le attività che vi si svolgono e l'influenza del retroterra.

Le complesse apparecchiature utilizzate per raccogliere i dati per valutare i parametri sullo stato di salute della Laguna sono ora di proprietà della Regione, consentendo un monitoraggio costante del bacino lagunare e, a breve, la divulgazione dei dati relativi anche attraverso il portale dell'ARPA.

In apertura dei lavori, il sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto si era soffermato sulla necessità di assicurare il costante dragaggio dei canali lagunari a vantaggio delle attività di pesca e del turismo nautico. Necessità compresa dalla Regione che, come ha ricordato l'assessore Vito, sta valutando un piano organico per la manutenzione dei canali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente: Vito, "Shape" Mostra la Buona Qualità delle Acque Lagunari

TriestePrima è in caricamento