Applicazione emergenze 112, Gabrielli: «Conosciuta dal 4% della popolazione»

L'app permette di geolocalizzare e di chiamare la centrale di Palmanova saltando alcuni passaggi e può essere utilizzata anche da chi, ad esempio sotto minaccia, non possa parlare

Esiste una App collegata al numero di emergenza 112, vantaggiosa ma poco conosciuta. Lo segnala il presidente del Consiglio comunale Marco Gabrielli: «Non entro nel merito delle polemiche sui presunti ritardi dei soccorsi attivati nella regione Friuli Venezia Giulia chiamando il numero unico per le emergenze 112. Voglio solo segnalare l'applicazione gratuita "Where are U - 112" che permette, all'utente registrato e con il cellulare con la geolocalizzazione attiva, di chiamare la centrale di Palmanova saltando alcuni passaggi (necessità di declinare le proprie generalità e di indicare il luogo da cui si chiama)».

«Inoltre - continua Gabrielli - l'applicazione può essere utilizzata anche da chi, per situazioni cliniche o situazionali (sotto minaccia, ad esempio), non possa parlare. Peccato che non siano state fatte delle campagne pubblicitarie in merito per cui solo il 4% circa della popolazione la conosce e l'ha scaricata sul proprio telefonino in vista di un possibile futuro utilizzo».

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Ciclista colpito da un fulmine a Basovizza, è gravissimo

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Inseguimento della Polizia slovena, arresto in pieno giorno sullo svincolo di via Svevo

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento