Politica

Art.18: Mozione Bipartisan del Consiglio Comunale

Riceviamo da Roberto Decarli consigliere comunale in seno a Trieste Cambia e pubblichiamo:Ricordiamo che la mozione è bipartisan perchè sottoscritta anche da Sinistra Ecologia e Libertà, Italia Dei Valori, Federazione della Sinistra, Movimento 5...

Riceviamo da Roberto Decarli consigliere comunale in seno a Trieste Cambia e pubblichiamo:

Ricordiamo che la mozione è bipartisan perchè sottoscritta anche da Sinistra Ecologia e Libertà, Italia Dei Valori, Federazione della Sinistra, Movimento 5 Stelle
Un'altra Trieste e Lega Nord

MOZIONE URGENTE
Legge 300 / 70 - art. 18

Il Consiglio comunale

Premesso che nei Principi Fondamentali della nostra Costituzione il primo capoverso dell'art. 1 cita in modo inequivocabile che " l'ITALIA è una Repubblica democratica fondata sul lavoro " che ispirandosi a quest'articolo la Costituzione di fatto è entrata nei luoghi di lavoro attraverso la Legge 300 del 1970 comunemente definita Statuto dei Lavoratori , la quale stabilisce all'interno del complesso dei suoi 41 articoli : il rispetto della dignità dei cittadini lavoratori , il diritto a non essere discriminato a causa delle opinioni politiche , religiose sindacali ed infine il diritto a lavorare in sicurezza

In ragione dei diritti sopra citati , conseguentemente era ed è tutt'ora necessario una norma che proibisca il licenziamento senza giusta causa o ingiustificato motivo ed è perciò che l'articolo 18 della Legge 300 attua se necessario questa tutela attraverso il diritto al reintegro sul luogo di lavoro del lavoratore se ingiustamente licenziato

considerato che l'attuale Presidente del Consiglio prof. Monti coadiuvato dal Ministro del Lavoro dott.ssa Fornero mette al centro della riforma del mercato del lavoro l'esigenza di una sostanziale modifica dell'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, affermando che agendo su questa parte della Legge tutto ciò favorirà gli investimenti stranieri in ITALIA e faciliterà nove assunzioni

tenuto conto che è irrealistico e ragionevolmente non ricevibile il fatto che proporre l'assenza o la riduzione dei diritti possa favorire l'occupazione

preso atto che tali affermazioni non trovano conferma neanche dai settori imprenditoriali di CONFINDUSTRIA

Considerato quanto sopra esposto

Il Consiglio comunale di Trieste massimo organo amministrativo e politico della città invita il Sindaco a trasmettere al Presidente del Consiglio prof. Monti
e al Ministro del Lavoro dott.ssa Fornero la netta contrarietà all'annunciata ipotesi di modifica dell'articolo 18 della Legge 300/70 giacche se attuata tale volontà inciderebbe non solo sui contenuti e le finalità dello Statuto dei Lavoratori , ma su quanto questa difende il valore preminente della persona




In Evidenza

Potrebbe interessarti

Art.18: Mozione Bipartisan del Consiglio Comunale

TriestePrima è in caricamento