rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Edilizia: 11,4 milioni di euro dal Fondo Sociale alle Ater

Pizzimenti: «Pur trattandosi di una spesa storica abbiamo voluto comunque salvaguardare la fasce deboli della popolazione»

«Pur trattandosi di una spesa storica, e nonostante l'attuale situazione finanziaria, abbiamo voluto comunque salvaguardare la fasce deboli della popolazione».
È il commento dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, al provvedimento da lui proposto, e
approvato dalla Giunta regionale. Che reca il riparto annuale del Fondo sociale alle Ater del Friuli Venezia Giulia e distribuisce un importo complessivo di 11 milioni e 400 mila euro tra le Agenzie per l'edilizia territoriale.

Tale riparto è destinato a compensare le minori entrate nei canoni di locazione e nelle quote per i servizi accessori, e si fonda su una proposta presentata dalle Ater.
Proposta, che viene adottata annualmente dalla Conferenza dei direttori generali delle stesse Agenzie, e che tiene conto dei canoni corrisposti nell'anno precedente dagli assegnatari.
Con particolare attenzione alla fascia economicamente più debole: la fascia A, nella quale sono compresi gli utenti che dichiarano un reddito ISEE fino a 10 mila euro.

Le risorse messe a disposizione dalla Regione, sono destinate, in misura non inferiore all'80 per cento, a interventi di manutenzione degli stabili di edilizia sovvenzionata.
Specificamente, all'Ater Alto Friuli è stato destinato l'importo di 400 mila euro.
Mentre, all'Ater di Gorizia andrà un milione e 662 mila euro; all'Ater di Pordenone è destinata la somma di un milione e 700 mila euro; all'Ater di Trieste 5 milioni e 350 mila euro; e all'Ater di Udine due milioni e 328 mila euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia: 11,4 milioni di euro dal Fondo Sociale alle Ater

TriestePrima è in caricamento