rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Attentati Bruxelles, Italiani di Trieste: «Siamo in guerra, rimaniamo ancorati ai nostri valori»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

La sicurezza europea e il terrorismo.

Siamo in guerra!

Eravamo già in guerra da anni ma non ci siamo accorti di nulla, assopiti in una strana forma di ipnosi del benessere che ci ha fatto dimenticare la guerra da non riuscirne a comprendere nemmeno i confini perché in realtà questa è una guerra asimmetrica, dichiarata a tutto il mondo civilizzato e democratico, da parte di un nemico difficile da identificare perché questa volta non ci sono eserciti contrapposti che si fronteggiano come nei precedenti conflitti mondiali.

Le forze regolari da un lato, obbediscono alle norme del diritto internazionale con il rischio di una gogna mediatica che le renderebbe perdenti agli occhi dell'opinione pubblica in caso di errori. Ovviamente le forze irregolari non rispettano queste regole. Quindi il problema sarà quello di dover conciliare la sicurezza con la libertà e al contempo individuare le forma strategiche e tattiche che ci permettano di "vincere" senza imbarbarirci con conseguenti effetti negativi sui valori stessi che vogliamo difendere.

La nostra struttura gerarchica di tipo verticale non è adatta a sconfiggere una struttura a rete orizzontale come quella dei terroristi, assimilabile alla criminalità organizzata di casa nostra. Questa guerra si combatte con una strategia non solo militare, perché l'eliminazione di leader e clan non ha sortito nessun impatto, come abbiamo potuto vedere con l'arresto di pochi giorni fa di un terrorista, che ha oltremodo scatenato la sanguinosa vendetta in Belgio a pochi passi dalle istituzioni europee.

Sarà una guerra lunga da combattere e che si combatterà su fronti differenti da quelli tradizionali ma soprattutto dove risulterà vincente chi saprà meglio sfruttare il logoramento socio - psicologico e saprà rimanere ancorato ai propri valori.

Emanuele VESPA

Del Direttivo ITALIANI DI TRIESTE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati Bruxelles, Italiani di Trieste: «Siamo in guerra, rimaniamo ancorati ai nostri valori»

TriestePrima è in caricamento