Aut aut.

Minniti:" Nessuno puo obbligare i Comuni a partecipare."

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il Comitato Muggia Sicura è stato finalmente accolto ieri dal prefetto Porzio,che, seguendo le direttive dall ´alto ,come si comprende sia suo dovere,ha indottrinato noi, maturi scolaretti educati e muti, salvo brevi interventi,sulla situazione futura dell accoglienza migranti a Muggia e S .Dorligo. L ´accoglienza diffusa di una trentina di profughi in famiglie, alloggi ,e case sfitte , calcolata al 2.5 per mille ,sembra l´´alternativa migliore ad un´´accoglienza di un numero non specificato di migranti che ,in caso contrario, ci saranno imposti quando e dove la Prefettura sara´ costretta a decidere. I cittadini non verranno informati sui nominativi delle famiglie accoglienti ne´´ sulla loro locazione. Non percepisco la differenza. Ecco l´´accoglienza integrata secondo l´articolo 30: formazione e riqualificazione professionale; orientamento e accompagnamento all'inserimento lavorativo; orientamento e accompagnamento all'inserimento abitativo; orientamento e accompagnamento all'inserimento sociale; Ecco le proposte dell accoglienza integrata nella cittadina di Muggia: I migranti ,liberi di girare a qualsiasi ora, ma occupati per qualche ora giornaliera settimanale,non ancora stabilita, in lavoretti socialmente utili,saranno visitati non dalle Forze dell Ordine, ma da associazioni volontarie accordatesi col Comune, ma anche da gentili visite di cortesia della Prefetta stessa. Eventuali corsi di lingua o altro, non obbligatori, potranno esser proposti al Comune da cittadini-e di buona volonta. I non scolarizzati migranti ,dopo un periodo non specificato di permanenza nelle cittadine, se ne andranno ad ingrossare le file dei disoccupati italiani o raggiungeranno i paesi nordici dai quali, non essendo valide forze lavoro e per tre quarti di istruzione bassissima,verrano rimandati per il trattato di Dublino nel nostro paese. Saranno rimpiazzati da altri gruppi con cui le due cittadine dovranno cominciare tutto daccapo. Ci siamo forse dimenticati qualcosa:sono previsti 250-300.000 arrivi quest´ anno di cui gia´ 19.000 ad oggi dal gennaio scorso. Dove saranno ospitati?Accordi con la Libia?Ma intanto? Riporto la dichiarazione del ministro Minniti : "Abbiamo fatto un accordo con l'Anci, che è però volontario, perchè nessuno può obbligare i comuni a partecipare". Ma se nessuno puo obbligare i Comuni, chi puo obbligare i cittadini ?

I più letti
Torna su
TriestePrima è in caricamento