rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Azzardopatia, M5S: "Trieste si allinei alla legge regionale"

Danielis: "A Trieste il fenomeno è una vera piaga sociale". La mozione è stata approvata all'unanimità. "Vigileremo che il Comune di Trieste si allinei finalmente alle disposizioni di legge"

Lunedì sera durante il Consiglio comunale di Trieste è stata approvata all'unanimità una mozione del M5S per il contrasto all'azzardopatia.

Una piaga sociale

"Siamo molto soddisfatti dell'esito della mozione, il problema dell'azzardopatia nella nostra città è purtroppo molto diffuso - esordisce la portavoce comunale Elena Danielis - è una vera e propria piaga sociale che è a tutti gli effetti considerata una malattia, colpisce persone di tutte le età, soprattutto la fascia più debole della popolazione e in particolar modo gli anziani. Per questo motivo abbiamo presentato una mozione che chiede il rispetto della Legge Regionale 1/2014, finora rimasta inapplicata nel capoluogo giuliano".

In particolar modo il M5S con questa mozione chiede che vengano individuati i luoghi sensibili presenti sul territorio, gli orari prestabiliti di accesso agli apparecchi da gioco , la rimozione di vetrofanie oscuranti e soprattutto la vigilanza affinché tutte le disposizioni di legge vengano scrupolosamente rispettate.

Un deciso intervento

Il portavoce Alessandro Imbriani sottolinea come "la partecipazione durante il dibattito in commissione della d.ssa Francesca Vignola, sociologa e coordinatrice del tavolo tecnico regionale sul gioco d'azzardo patologico, sia stata importante per portare all'attenzione di tutti i commissari i gravissimi problemi legati all'azzardopatia e la necessità di un deciso e rapido intervento anche delle Istituzioni per contrastare il fenomeno".

"Ora vigileremo - concludono i due pentastellati - che il Comune di Trieste si allinei finalmente alle disposizioni di legge nel più breve periodo possibile".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Azzardopatia, M5S: "Trieste si allinei alla legge regionale"

TriestePrima è in caricamento