Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Legge commercio: Bagatin (Pd): «Negozi chiusi almeno 10 domeniche»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

«Accanto all’obbligo delle chiusure festive per i negozi, determinato in nove giornate indicate dalla legge, arriva l'impegno a fissare un tetto minimo di 10 domeniche nelle quali le attività del terziario dovranno rimanere chiuse». Ad annunciarlo è la consigliera regionale del Pd, Renata Bagatin, prima firmataria di un emendamento modificativo al ddl 129 sulle norme attinenti il settore terziario che verrà discusso in Aula tra domani e giovedì. Il testo del ddl 129 parla di nove giornate di chiusura obbligatoria: 1 gennaio, Pasqua, lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 15 agosto, 25 e 26 dicembre. Con l'emendamento sostenuto da tutti i gruppi di maggioranza e da alcuni consiglieri di opposizione, si aggiunge la previsione di “almeno 10 domeniche da individuarsi da ciascun Comune, singolo o associato, tenuto conto delle esigenze e delle caratteristiche socio-economiche territoriali, sentite le parti sociali”.

«Con questa legge di riordino del settore terziario – spiega Bagatin – ci poniamo come obiettivo finale la convergenza di interessi collettivi: le esigenze dei consumatori che devono trovare un equilibrio con gli interessi dei lavoratori dipendenti e autonomi per garantire anche a loro il giusto riposo assieme ai propri cari. E ancora, bisogna considerare le esigenze degli esercenti, che significa non solo i grandi centri commerciali, ma anche i piccoli negozi».

Tuttavia, continua «bisogna tenere conto di un quadro complessivo, sia normativo che sociale, piuttosto complesso dove ci potremmo trovare innanzitutto in contrapposizione con la competenza nazionale. Nella consapevolezza di incorrere nel rischio di impugnazione da parte del Governo, resta la convinzione di una necessaria presa di posizione per regolamentare il settore commerciale: si tratta di un obiettivo che la politica deve porsi con estrema urgenza, soprattutto in un momento difficile come questo. Oltre che legislatori regionali siamo rappresentanti di rappresentati della comunità del Fvg e per questo è necessario e doveroso un gesto anche nei confronti di Roma».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge commercio: Bagatin (Pd): «Negozi chiusi almeno 10 domeniche»

TriestePrima è in caricamento